Montagna: i campioni allievi e cadetti

Una bella giornata di sole e, soprattutto, una bellissima giornata di sport giovanile, quella andata in scena sui sentieri della Valchiavenna, domenica 15 maggio 2022.

A Prosto di Piuro, con organizzazione del Gruppo Podistico Valchiavenna, si sono disputati i  Campionati Italiani giovanili di Corsa in Montagna, con gare per tutte le categorie giovanili, su percorsi nei boschi nei pressi di “Palazzo Vertemate – Franchi”, lo storico palazzo cinquecentesco che, da varie edizioni, dà il titolo alla manifestazione e al trofeo che, annualmente, viene assegnato,  per manifestazioni solitamente di carattere regionale.

Dopo le edizioni del 2005 e del 2011, dopo due anni di rinuncia causa “covid”, il GP Valchiavenna si è visto assegnare, nuovamente, l’onore (ma anche l’onere), di organizzare la più importante manifestazione di corsa in montagna giovanile, con gare che, per le categorie Cadetti e Allievi (maschili e femminili), vanno a incoronare i Campioni Italiani.

Dopo il prologo di sabato pomeriggio, con presentazioni, iscrizioni e convegno, nel centro storico della vicina Chiavenna, nelle ore mattutine di domenica, circa 420 giovani atleti provenienti da varie regioni di Italia, si sono ritrovati a Prosto di Piuro, per dare vita a tante gare, con tanto entusiasmo e con una sana e, come sempre, nella corsa in montagna giovanile, corretta competitività.

Tante società presenti, da varie regioni italiane con, soprattutto, due società dalla Sicilia, la  “A.S.D. BIKE CALTAVUTURO” e la “ASD ATLETICA TERMINI IMERESE”, entrambe dalla provincia di Palermo.

Primi a partire, con gare promozionali, i più piccoli delle categorie esordienti 5 e 8; tanto entusiasmo e divertimento e, all’arrivo, un premio per tutti.

A seguire gli esordienti 10, femminile e, poi, maschili, con un percorso impegnativo, in considerazione dell’età di questi piccoli atleti.  

Gare open, con atleti, soprattutto, dalla provincia di Sondrio, e con classifica femminile che vede, sul gradino più alto del podio, Marina Picceni (AS Lanzada), seguita da Mila Ferrai (della trentina S.A. Valchiese) e da Giulia Fiorelli (GS Valgerola).

Nelle prime 10, per la nostra provincia, da segnalare, 6.a Alessandra Molinari (GP Santi Nuova Olonio),  7.a Caterina Di Luca (GP Valchiavenna), 8.a Arianna Cimetti (Atl. Alta Valtellina), 9.a Noemi Lorefice (GP Santi Nuova Olonio) e 10.a Giulia Bertazzini (Pol. Albosaggia)

Pari età maschili con vittoria per Giuseppe Tirinzoni (GP Talamona), seguito da Nicolò Vavassori (GP Valchiavenna) e Giordano Barone (GS Csi Morbegno).

Nei 10, per le società della nostra provincia, 4° posto per Leonardo Tarca e 5° per Ali Jamal El Idrissi, entrambi del GS Csi Morbegno, 7° posto per Lorenzo Rovedatti (Pol Albosaggia) e 8° Leonardo Moiola (GS Valgerola)

Anche per ragazzi e ragazze gara regionale “open”, con vari atleti provenienti anche da fuori Lombardia.

Tra le Ragazze bella vittoria per Elisa Zucchelli, della “trentina” Atletica Alto Garda e Ledro, seguita da due atlete di casa, del GP Valchiavenna, Caterina Vavassori e Matilde Paggi.

A seguire, al 6° posto, Matilde Varisto (Pol Albosaggia), seguita al 7° posto da Susanna Romegialli (GS CSI Morbegno) e al 10° da Giulia Sutti (GS Valgerola)

Tra i Ragazzi vittoria valtellinese, con Davide Songini, del Gs Valgerola, secondo posto “trentino”, con Stefano Bortolotti (Atletica Valle di Cembra) e terzo posto, ancora dalla provincia di Sondrio, per Daniel Pellegrino (Pol. Albosaggia).

4° e 5° posto per gli atleti del GP Valchiavenna, Alex Vavassori e Gabriele Scaramellini e 6° posto per Edoardo Corradini (Pol. Albosaggia)

Dopo le gare “regionali open”, alle ore 11.00, via alle gare nazionali, con la categoria Cadette a contendersi il titolo di Campionessa Italiana di categoria, su un percorso  di 2.561 metri, con un dislivello di 114 metri.

Un giro grande, con il bellissimo passaggio nei giardini e nel castagneto di “Palazzo Vertemate-Franchi”, sui sentieri nel bosco, verso le cascate dell’Acqua Fraggia, una delle ricchezze naturali della Valchiavenna, con la risalita e con ritorno, sul percorso vita, tra i caratteristici muri a secco.

Percorsi “particolari” che raccolgono sempre l’apprezzamento dei partecipanti, non durissimi come dislivello  ma caratterizzati da continuo alternarsi di tratti in salita e in discesa e con passaggi dove occorre anche prestare attenzione alle radici che affiorano dal terreno e alle altre insidie che rendono, i percorsi stessi, tecnici ed impegnativi.

Ancora il Trentino Alto Adige sugli scudi, con titolo italiano per Licia Ferrari della “SA Valchiese”, seguita da Paola Parotto della “US QUERCIA Trentigrana”.

Gradino più basso del podio per la piemontese Silvia Signini della “Bugella Sport” (provincia di Vercelli), seguita dalla corregionale Chanthuek Na Savoldelli, della “SFS Genzianella (provincia di Verbania).

Prima atleta lombarda, al 5° posto, Federica Occhi (US Malonno) seguita, al sesto posto, dalla prima atleta della provincia di Sondrio, Tabatha Spini, del GP Talamona.

Nei cadetti, su percorso di 3.070 metri (e dislivello di 152 metri), vittoria e titolo vanno in Piemonte, con Simone Abbatecola, atleta della “Atletica i due Soli”, dalla provincia di Novara.

2° e 3° posto per due atleti trentini, Fabio Mozzi (Ateltica team Loppio) e Nicola Girardini (Atletica Tione), seguiti da Oscar Luigi Pomoni (Premana) e Filippo Bertazzini (Pol. Albosaggia).

Sempre per la provincia di Sondrio, 10° posto per Yassin Jamal El Idrissi del GS CSI Morbegno.

A chiudere i “campionati”, le due gare dedicati agli atleti “giovanili” più grandi, Allievi e Allieve, di 16 e 17 anni.

Per le Allieve due giri “medi”, per totali 3.672 metri, con dislivello di 174 metri:  percorso impegnativo, anche per le temperature di una giornata piena di sole.

Caldo, distanza di gara e caratteristiche del percorso che, probabilmente, hanno giocato un brutto scherzo alla favorita di giornata, la meranese Anna Hofer, già campionessa italiana allieve lo scorso anno, al primo anno di categoria.

Già al passaggio dopo il primo giro, in effetti, la campionessa uscente evidenzia una netta superiorità, transitando con ampio margine ma poi, nella parte conclusiva del secondo giro, si concretizza la “giornata no”, con un malessere che le fa perdere progressivamente posizioni e che, a pochi metri dal traguardo, ne determina il ritiro senza, comunque, scalfire l’impressione di grandi capacità atletiche, con ottime prospettive future.

La gara e il titolo di campionessa italiana vanno, quindi, alla bergamasca Alessia Pellegrini (Ateltica Valle Brembanca) seguita, a buona distanza, dalla toscana Federica Borromini (Atletica Cascina – PI), dalla valtellinese Melissa Bertolina (Ateltica Alta Valtellina), da Lisa Leuprecht (SportCLub Merano – BZ) e da Debora Bertagnolli (Ateltica Valle di Cembra . TN).

Ultima gara di giornata, quella degli Allievi; due giri grandi, per complessivi 4.848 metri e 228 metri di dislivello,

Anche qui un grande favorito alla partenza, il campione uscente che, nel 2021, si era imposto, al primo anno nella categoria, ai campionati di Concesio (BS), Francesco Ropellato; in questo caso, però, nessuna sorpresa, con il forte atleta, ancora una volta di una società trentina, la US Quercia Trentingrana, capace di bissare il successo, vincendo la concorrenza di Nicola Morosini (della bergamasca US Rogno), 2° al traguardo e del piemontese Francesco Mazza (Atletica Salucco – CN).

Quarto posto per Marcello Scarinzi, della Pol. Albosaggia, società della provincia di Sondrio e ad un altro piemontese, Gabriele Laurenti (Atletica Pinerolo – TO).

A chiudere i primi 10 della classifica e, quindi, in premiazione, 8° posto per Luca Curioni (GP Valchiavenna), 9° posto per Erik Canovi (Pol. Albosaggia) e 10° per Gabriele Sutti (GS Valgerola).

Belle gare, con atleti, soprattutto nelle categorie maggiori, pronti per passare a correre “tra i grandi”, magari con il sogno di ripercorrere le orme di Yema Crippa, oggi uno dei più grandi di tutti i tempi che, nel 2011, ai campionati italiani di corsa in montagna già disputati a Piuro, era stato il vincitore della categoria cadetti.

Belle gare, bei percorsi (anche se impegnativi, con qualche piccolo infortunio), buona organizzazione (a detta di molti) e, nel pomeriggio, ricche premiazioni, per i primi 10 di ogni categoria e, per le gare nazionali, medaglie d’oro, d’argento e di bronzo, fornite dalla FIDAL, a premiare i primi 3 arrivati di ogni categoria.

Per i vincitori anche le maglie di campione d’Italia e, momento sempre emozionante, soprattutto per gli atleti di questa età, ad ufficializzare la salita sul gradino più alto del podio ed accompagnare  i tanti applausi dei presenti, il sempre emozionante inno nazionale italiano.

A concludere le ricche premiazioni, premi anche per le prime cinque società nella classifica di ogni gara nazionale.

Prima, però, un premio speciale, a ringraziare, per la lunga trasferta, le due società siciliane.

Per le classifiche di società, nelle categorie più giovani, doppietta per le società lecchesi, con il “CS Cortenova” nelle cadette e il “Premana” nei cadetti.

Nelle Allieve, nonostante la defezione della favorita Anna Hofer, vittoria per le sue compagne della “corazzata” Sportclub Merano e, negli Allievi, vittoria per l’altra trentina, la SA Valchiese, per pochi punti davanti ai padroni di casa del GP Valchiavenna.

Proprio al Gruppo Podistico Valchiavenna, società organizzatrice della manifestazione, infine, la vittoria del “7° Trofeo Palazzo Vertemate-Franchi”, con classifica calcolata prendendo in considerazione i risultati di tutti gli atleti presenti (dagli esordienti 10 a salire).

Una bella soddisfazione, a coronare l’importante impegno organizzativo della società da quest’anno presieduta (dopo oltre 20 anni di presidenza di Panatti Eugenio), da Alessandro Paggi che nel ringraziare tutti i collaboratori (a partire dagli iscritti al GPV), ha concluso dicendo: è stato tutto molto impegnativo e faticoso, per noi che facciamo tutto questo “a tempo perso”, ma la soddisfazione per la buona riuscita della manifestazione (da molti riconosciuta), ci fa anche dire, senza alcun timore:  Quando organizziamo la prossima?

– RISULTATI

Fotogallery di Davide Vaninetti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.