Grande successo di partecipazione (330 gli atleti al via) al Kilometro Verticale Chiavenna-Lagunch che domenica 11 ottobre ha assegnato i titoli italiani di specialità.

Lungo i 3298 metri lineari con un dislivello esatto di 1000 metri dalla località Loreto a Lagùnc, nonostante gli atleti siano partiti a cronometro la bagarre non è mancata, soprattutto a livello femminile dove l’irlandese Sarah McCormack e la camuna Valentina Belotti (Atletica Alta Valtellina) hanno chiuso entrambe la loro fatica dopo 39’03”. E’ servito il cronometro per vedere anche i centesimi: 35 di differenza che hanno consegnato la vittoria all’irlandese. Per la Belotti un secondo posto di grande valore ed il titolo italiano e regionale di KM Verticale sia nell’assoluto che nelle master A. Al terzo posto in 40’03” un’ottima Elisa Sortini (Atletica Alta Valtellina), mentre la top five è completata da Ilaria Bianchi (La Recastello Radici Group\40’20”) e Francesca Ghelfi (Podistica Valle Varaita\40’22”).

Nella gara maschile Henri Aymonod (Sportification) si conferma imbattibile nelle vertical e fa tripletta a Lagunch dopo le vittorie di Malonno e Nasego. Il suo crono di 32’31”, che gli vale anche il titolo italiano assoluto, resta comunque lontano dal super record di Bernard Dematteis (30’27”). Alle sue spalle è bagarre con Tiziano Moia (Gemonatletica) che gli arriva a soli 2 secondi, mentre il terzo posto è dello svizzero Roberto De Lorenzi (Team Pini Factory Racing\32’36”). A chiudere la top five Alberto Vender (SA VAlchiese\33’02”)  e Andrea Rostan (Atl. Saluzzo\33’02”). Da evidenziare il 7° posto assoluto del ciclistica Andrea Acquistapace (Amici Madonna della neve\33’52”) che conquista il titolo regionale assoluti e il campione del mondo master Dario Martocchi (Amici della neve\37’03”) che dopo il titolo italiano lunghe distanze conquista il tricolore anche nel chilometro verticale, oltre al titolo regionale, nella categoria master B. Nei master C il titolo di campione lombardo va a Roberto Franchetti (Pol. Albosaggia\46’48”).

CreditPhoto: Maurizio Torri

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *