La rinnovata Arena Civica “Gianni Brera” di Milano, in attesa dell’inaugurazione ufficiale delle autorità prevista per il 15 ottobre, è stata inaugurata dalle rappresentative provinciali cadetti/e che domenica 11 ottobre hanno gareggiato nella “Mi-Teen” sul nuovo manto verde. Quasi 200 atleti gara che hanno riempito di vitalità e voglia di confrontarsi l’impianto voluto da Napoleone, che in passato è stato teatro di tante manifestazioni di livello internazionale e di imprese memorabili, come il record mondiale degli 800 metri di Marcello Fiasconaro nel 1973, quello di Laurent Ottoz del 1995 nei 200 ostacoli e la vittoria di Pietro Mennea nel 1977 nei 200 metri sul giamaicano Don Quarrie. Ebbene, ora è tempo di far ritornare vivo più che mai questo impianto che ha scritto pagine di storia della nostra atletica e sono stati propri i giovani cadetti e cadette i primi a gareggiarvi. Presente anche una rappresentativa della provincia di Sondrio che ha visto in grande spolvero il bronzo tricolore Daniele Lanzini scendere per la seconda volta sotto il muro dei 14 secondi nei 100 ostacoli: 13”94  il riscontro cronometrico, a soli 4 centesimi dal personal best. Bravissima anche Sofia Paganoni che nel salto in alto ha ottenuto il 2° posto a pari merito con Francesca Fornaroli (CP Novara): per entrambe la misura di 1,57 metri con due nulli.

Ecco i piazzamenti degli altri atleti della provincia di Sondrio: 12a Sofia Mariani negli 80 metri (11”73), 10a Chiara Bulanti nei 300 metri (46”82), 7a Elisa Rovedatti nei 2000 metri (7’14”08), 12a Giada Decensi nel salto in lungo (4,05 metri), 9a Giulia Oberti nel getto del peso (7,94 metri), 5a Elena Galli nel giavellotto (33,89 metri), 5a la 4 x100 di Giada Decensi, Sofia Mariani, Chiara Bulanti e Sofia Paganoni (55”55); 11° Alessandro Canclini negli 80 metri (10”38), 12° Marcello Scarinzi nei 300 metri (42”20), 7° Lorenzo Ciriello nel getto del peso (10,44 metri) e 9a la 4×100 di Marcello Scarinzi, Lorenzo Ciriello, Alessandro Canclini e Daniele Lanzini (48”89).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *