Emmie Collinge

1. Inghilterrra, Olanda, Svizzera, Italia…hai vissuto in tanti paesi…come mai?

Vivere nel Regno Unico è abbastanza noioso perciò ho sempre trovato più eccitante vivere in posti nuovi. Prima ho vissuto a Berlino per due anni dopo aver terminato l’università: è stato divertente, molto culturale ed una bella esperienza urbana. Poi andare a vivere nella Lapponia svedese è stato molto differente. Lavoravo in una scuola come insegnante di inglese e tedesco in una cittadina che dista 12 ore d’auto a nord di Stoccolma ed ho imparato a praticare lo sci di fondo e a guidare la moto slitta. Poi ho studiato in Belgio per il mio diploma di specializzazione, dove ho praticato molto il ciclismo.

Living in the UK is pretty boring so I always found it more exciting to live in new places. I first lived in Berlin for two years after I finished university – it was amazing, very cultural and a great urban experience. Then living in Swedish Lapland was very different. I worked in a school teaching English and German in a little town that is 12 hours drive north of Stockholm and I learned to cross-country ski there and drive a snow mobile. Then I studied in Belgium for my post-grad diploma and did a lot of cycling. 

2. Cosa porti nel cuore di ognuno di questi Paesi?

Amo la Svezia per il suo pane secco (crispbread), la lingua e la musica – tutti i migliori musicisti e i migliori complessi sono svedesi! Amo la Germania per i suoi film e il pane di segale. Il Belgio, beh questa è una domanda difficile! Piove molto ma è carino e pianeggiante per andare in bicicletta! E ogni tanto una porzione di patatine fritte non è male!

I love Sweden for its crispbread (pane secco), language and music – all the best musicians and bands are Swedish! I love Germany for its films and rye bread. Belgium – well, that’s a hard question! It just rains a lot but it is nice and flat for cycling! And the occasional portion of frites is not bad!

3. Parli perfettamente inglese, olandese, svedese e tedesco, con l’italiano come te la cavi?

Non è la lingua più facile! La pronuncia è la cosa più difficile per me perché è molto diversa dalle altre lingue che conosco. In più, lavoro tutto il giorno in tedesco (principalmente) e solo alla sera o nei weekend devo parlare italiano, perciò è un po’ difficile. Dovrei veramente prendere qualche lezione….mi piace leggere il giornale e ascoltare la radio, ma ho bisogno di fare pratica conversando di più.

It’s not the easiest language! The pronunciation is the hardest thing for me as it is just SO different to my other languages. Plus, I work all day with German (mainly) and then in the evenings/weekends I have to speak Italian so it’s a bit tricky. I should really do lessons… I like reading the newspaper and listening to the radio here but I need to practice speaking more.

4. Ora vivi felicemente con il tuo fidanzato Phil Gale (anche lui ottimo ciclista e podista) a Postalesio, un piccolo paese sul versante retico valtellinese. Perché l’hai scelto?

E’ un bel posto, con vista sul fondo valle, sentieri appena fuori dalla porta di casa ed un piacevole senso di comunità. Dopo la Wine Trail (e un meno brillante anno nel sud del Ticino), abbiamo pensato che la Valtellina fosse il posto giusto per noi.

It’s a great location – higher than the valley floor, trails on our doorstep and a lovely community spirit. After the Wine Trail (and a less than brilliant year in southern Ticino), we decided Valtellina was the perfect spot for us.

5. Come e perché hai iniziato a correre?

I started the classic way with school cross-country races when I was about 8/9 years old. I did lots of other sports too until I was about 15 but running was the one I was best at – not coordinated enough for football. And my siblings and parents did it too so we all went to our local running club (Mansfield Harriers) together.

6. Cosa provi quando corri?

Adoro chiacchierare mentre corro ed è solitamente quando ho le ispirazioni migliori per progetti interessanti.

I love chatting when I’m running, and it’s usually when I get the most inspiration for cool projects.

7. Quando corri ti si vede sempre sorridente e non lasci trapelare la fatica. Com’é possibile?

Non sono sicura che sia proprio vero, ma amo veramente competere, l’ho sempre fatto. E’ un vero piacere per me partecipare a nuove gare e scoprire posti nuovi che sono ben segnalati, così non mi perdo.

I’m not sure that’s true but I genuinely love to compete – I always have done. It’s a real pleasure for me to race on new courses and discover new places that are well signposted so I won’t get lost.

8. Quali sono i tuoi percorsi preferiti?

Sicuramente i trails, con molte salite. Attualmente il mio percorso preferito è correre intorno alla Sassella.

Definitely trails, with lots of uphills. My current favourite is running around Sassella.

9. Si dice che tu sia fortissima in salita, ma un po’ “impacciata” in discesa, é vero?

Mi sto allenando per migliorare questo aspetto della mia corsa! Sono un po’ impacciata…

I’m working on improving that aspect of my running! Just a bit of a wimp.

10. Con che scarpe corri?

Inov8 e VJ Sports Shoes – secondo la nostra esperienza hanno entrambe il grip migliore e sono molto leggere e veloci.

Inov8 and VJ Sports Shoes – they both have the best grip in our experience and they’re super light and fast.

11. Da quest’anno sei tesserata per l’Atletica Alta Valtellina. Insieme ad Elisa Desco, Valentina Belotti ed Elisa Compagnoni hai vinto il titolo italiano a squadre di cross. Siete una squadra veramente forte con grandi ambizioni. Quali sono i vostri prossimi obiettivi stagionali?

Sono veramente felice di far parte della squadra con queste donne, sono delle podiste formidabili ed è ottimo avere la motivazione aggiuntiva dall’allenarsi insieme. Parteciperemo tutte alle gare del campionato italiano di corsa in montagna – ce ne sono molte!

I’m really happy to be in the team with those women, they’re all amazing runners and it’s great to have the added motivation of working together. We’re all going to be doing the national championship races – there are a lot of those!

12. Corsa campestre, su strada, in montagna, vertical, sky race, trail…..su tutti i terreni hai una marcia in più, ma quali sono le tue gare preferite?

Una gara di corsa in montagna con molta salita? I vertical possono essere un po’ paurosi se sono troppo ripidi e rocciosi! Non ci sono grandi montagne in Inghilterra perciò devo ancora imparare come ci si arrampica.

A mountain race that goes uphill a lot? Verticals can be a little scary if they’re too steep and rocky! You don’t find any mountains in England so I’m still learning how to climb…

13. Viste le tue capacità, un pensierino alla pista e alle Olimpiadi non l’hai proprio fatto?

Vedremo. Devo prima allenarmi con costanza, ma non lo escludo. C’è una gara di selezione in Inghilterra alla fine di maggio per i 10.000 metri. Le prime due si qualificano per le Olimpiadi…

We’ll see. I need to do some consistent training first, but I would never rule out the idea. There’s a selection race in England in late May for the 10,000 m. First two qualify for the Olympics…

14. Quali sono i tuoi piatti preferiti?

Phil è un ottimo cuoco e prepara delle deliziose insalate medio-orientali. Inoltre adoro la pizza e i pizzoccheri!

Phil’s a great cook and makes delicious Middle Eastern salads. Plus I love pizza and pizzocherie!

15. Sei appassionata non solo di corsa, ma anche di ciclismo. Lo pratichi ancora o è una parentesi chiusa?

Una volta sognavo di diventare una ciclista professionista, ma ora sono un po’ troppo vecchia – la corsa mi ha fatto mettere da parte il ciclismo sfortunatamente.

Faccio parte della squadra di ciclismo di Postalesio e quest’anno farò qualche gara in salita e qualche Gran Fondo in zona. E’ un ottimo allenamento e ti permette di coprire distanze maggiori e scoprire gli angoli più nascosti della Valtellina.

I once had the dream of becoming a pro cyclist but now I’m a bit too old – running pushed cycling to the side unfortunately. I am a member of the Postalesio cycling club and will do some uphill races and local Gran Fondos this year. It’s such great cross-training and you can cover more ground and discover more hidden corners of Valtellina.

16. Oltre a correre, cosa fa Emmie nella vita di tutti giorni?

Un sacco di lavoro: traduzioni per 3 riviste di ciclismo, giornalismo per diverse riviste, fotografia (compreso realizzare alcuni servizi fotografici per la Red Bull – che è più faticoso che una gara di corsa in montagna!). Adoro i film stranieri, viaggiare, leggere e la moda.

Lots of work: translating for 3 cycling magazines, journalism for various magazines, photography (including working on some photo shoots for Red Bull – more exhausting than any mountain race!). I love foreign films, travel, reading and fashion.

17. Qual’è la tua “bucket list” (lista dei desideri)?

Fare una corsa a tappe in un posto incredibilmente bello, visitare l’Islanda, la Groenlandia e il Marocco per correre, comprare una “baita” in Svezia o in Norvegia, scalare in bicicletta tutti passi montani della zona, correre da casa nostra fino al Passo Spluga (è un posto che adoro!), imparare a cucinare la focaccia alla perfezione, possedere un forno per la pizza, comprare un’Ape (dato che non so guidare penso che possa essere la soluzione più semplice).

Do a stage race somewhere incredibly beautiful, visit Iceland, Greenland and Morocco to run, buy a cabin in Sweden or Norway, cycle all the mountain passes in this area, run from our house to Passo Spluga (love that place!), learn how to make focaccia (and master the skill), have a pizza oven, buy an Ape (I can’t drive so I think that might be an easy option). 

CURRICULUM

2015: 2° Campionati Mondiali di corsa in montagna (Betws-y-Coed, Wales), 1° Trofeo Vanoni (con record), 1° Snowdon Super Cup (con record), 1 ^ Peak Performance VK (Svezia), 1° Trentapassi VK (con record), 1 ° Thy Trail Half Marathon (Danimarca)

2016: 1° Campionati Europei di corsa in montagna (Arco), Campionessa italiana a squadre di corsa campestre

2018: 7° Campionati Mondiali di corsa in montagna e medaglia d’argento a squadre (Canillo)

2019: 9° Campionati Mondiali di corsa in montagna e medaglia di bronzo a squadre (Villa la Angostura)

Data intervista: marzo 2016

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *