Se per l’Italia questo Campionato europeo master è stato da record con 127 medaglie d’oro e 337 italiani sul podio, oltre al primo podio nel medagliere, altrettanto si può dire per gli atleti valtellinesi che vi hanno preso parte. Dopo il bronzo individuale e l’oro a squadre di Cinzia Zugnoni (GS CSI Morbegno) nella corsa campestre master 45, il bilancio finale, al termine di 10 giorni di gare tra Jesolo, Caorle ed Eraclea, parla di altre 4 medaglie di bronzo grazie ancora a Cinzia nei 10.000 metri, ma anche al fratello Graziano (GP Santi) nei 10 km su strada master 45, alla compagna di squadra Mery Ellen Herman nella mezza maratona master 35 e al sondriese Roberto Vaghi (Atletica Ambrosiana) nei 200 metri categoria master 80.

Ma ecco il lungo riepilogo delle prestazioni degli atleti della provincia di Sondrio. Nei 10 chilometri su strada il capitano del GP Santi Graziano Zugnoni coglie un’ottima medaglia di bronzo con il crono di 34’02” alle spalle del britannico Simon Baines e del norvegese Kristian Nedregaard. Nella stessa gara Bernardo Sassella (Atletica Alta Valtellina) è quinto tra i master 35 in 34’43”, Debora Dell’Andrino (GP Santi) decima nelle master 40 (tempo 41’20”) ed Elisabetta Bortolas (PT Skyrunning) ottava nelle master 35 (tempo 44’28”). Si passa poi alle gare in pista, qui Cinzia Zugnoni doppia con 5000 e 10000 metri. In quest’ultima distanza è la campionessa italiana in carica nelle master 45 e nello stadio di Eraclea agguanta un’altra medaglia di bronzo alle spalle dell’austriaca Elisa Poeltner-Holkovic e della belga Martine Detreza. Il suo finish time è 39’48”39, crono che la consolida al vertice della graduatoria nazionale stagionale di categoria sulla distanza (primato già suo con il 39’49”00 fatto registrare ad Abbadia San Salvatore il 25 maggio scorso). Le fatiche di Cinzia si chiudono con i 5000 metri, gara condizionata da un forte vento, che la vede al quinto posto in 19’10”36. Sulla stessa distanza il fratello Graziano (GP Santi) è settimo in 16’17”65 nei master 45, Bernardo Sassella (Atletica Alta Valtellina) è quarto e migliore degli italiani tra i master 35 con il crono di 16’15”23 ed Elisabetta Bortolas (PT Skyrunning) nelle master 35 ottiene il 17° posto in 21’44”89.

Gran finale domenica 15 settembre con la mezza maratona a Jesolo: in gara i portacolori del GP Santi Mery Ellen Herman (già campionessa italiana sulla distanza nel 2018) e Michele Penone. Mery Ellen è medaglia di bronzo nelle master 35 in 1h25’35”, Michele è 11° al traguardo nei master 40 con il tempo di 1h19’01”.

Da citare anche le medaglia di bronzo nei 200 metri di Roberto Vaghi (categoria master 80) che gareggia per l’Atletica Ambrosiana. Il sondriese, rientrato alle competizioni dopo un paio d’anni di stop grazie all’insistenza dei compagni di squadra e alla voglia di partecipare in casa a un evento di portata internazionale, ha rimesso le chiodate ai piedi e dopo costanti allenamenti è tornato sui blocchi di partenza. Per lui la qualificazione con il crono di 36”01 e poi la finale con il terzo posto (34”46) a un soffio dal tedesco Herman Beckering (34’04”).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *