CAMPIONATI REGIONALI INDIVIDUALI DI CROSS: PRIMA GAGGI, SECONDO BARDEA, TERZA ROVEDATTI.

Dopo le due fasi regionali dei Campionati di Società, per i big della corsa campestre lombarda è arrivato il momento di sfide individuali: domenica 20 febbraio ad Arcisate (VA) i più forti specialisti del cross regionale si sono sfidati per l’assegnazione dei titoli lombardi di categoria (allievi, junior, promesse, assoluti). Il palcoscenico è stato quello ormai rodato del “Cross di Arcisate”, giunto alla sua 26a edizione, in concomitanza con la 18a del Trofeo dedicato alla memoria di Enzo Gaspari. Il percorso muscolare e per nulla facile da interpretare allestito dalla società di casa dell’Atl. Arcisate ha messo a dura prova gli atleti sulla loro via verso la conquista del massimo riconoscimento di categoria a livello regionale.

Nelle allieve la favorita Alessia Pellegrini (Atl. Valle Brembana) è scappata subito via, guadagnando una quindicina di secondi sul gruppo che al traguardo gli hanno permesso di vincere il titolo senza grossi patemi. Alle sue spalle si è formato un gruppo di inseguitrici, tra cui Elisa Rovedatti (GS CSI Morbegno), che si è man mano sgranato. Elisa ha agguantato la seconda, Eleonora Gennaro (Bracco Atletica), nello sprint finale, ma l’arrivo spalla a spalla ha assegnato il secondo posto alla milanese per 2 centesimi meglio della morbegnese. Festeggia comunque l’allieva di Gianni Fransci un ottimo bronzo che suggella una stagione invernale decisamente positiva.

Negli allievi sono da top ten Lorenzo Tomera (GP Valchiavenna\8°) e Daniele Ciaponi (GP Talamona\9°), mentre il compagno di squadra Giacomo Ciaponi è 16° al traguardo. Nelle junior Sveva Della Pedrina (GP Valchiavenna) chiude al 6° posto.

Tra gli junior Saber Zinoubi (Atl. Vallecamonica) conferma i favori del pronostico e vince precedendo di 24 secondi il malenco Matteo Bardea (Atl. Valle Brembana) che continua il suo positivo periodo di forma, ma soprattutto consolida la consapevolezza delle sue capacità e si laurea campione regionale in quanto Zinoubi non è eleggibile per il titolo. Nella stessa categoria da citare il 13° posto di Oliviero Curti (GP Valchiavenna).

Anche nella gara assoluta femminile i pronostici della vigilia sono confermati con la vittoria del titolo da parte della campionessa di corsa in montagna Alice Gaggi (La Recastello Radici Group), che nonostante sia ora passata alla categoria master 35 resta sempre molto competitiva; bene anche Gaia Bertolini (Atl. Alta Valtellina) 7a assoluta e 5a tra le promesse e Alessandra Succetti (GP Valchiavenna)12a assoluta e 9a tra le promesse.

Nella gara assoluta maschile di 10 km vinta da Luca Alfieri (PBM Bovisio Masciago) – già il migliore degli italiani alla Cinque Mulini – 13° posto per Giovanni Steffanoni (Pol. Albosaggia), 17° posto per il bormino Matteo Bradanini (DK Runners Milano), 22° Saverio Steffanoni (Pol. Albosaggia), 32° Luca Nesossi (GP Valchiavenna, 17° tra le promesse) e 37° il compagno di squadra Giacomo Manenti (20° tra le promesse).

Foto di Davide Vaninetti e Roberto Tonucci

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.