Weekend da leoni per i “pistaioli” della provincia di Sondrio che sono stati impegnati tra sabato 24 e domenica 25 aprile in 3 manifestazione di livello nazionale e hanno ottenuto prestazioni di assoluto rilievo.

10a WALK & MIDDLE DISTANCE NIGHT – ARENA DI MILANO: SUPER CRISTINA MOLTENI NEI 1500 METRI

Nadia Battocletti illumina l’Arena di Milano. Nella gara che riportava la grande atletica nello storico impianto milanese dopo il restyling terminato nello scorso ottobre, la giovane azzurra trionfa nei 5000 metri con il crono di 15:36.39 e sigla la migliore prestazione italiana under 23: superato dopo quasi 32 anni il 15:37.59 di Orietta Mancia del 1989. In gara, sabato 24 aprile, anche diversi atleti valtellinesi e valchiavennaschi. Nei 1500 metri  Giovanni Steffanoni (Pol. Albosaggia) trova il treno giusto e con il crono di 4’00”23 conquista il 21° posto assoluto migliorando il suo primato personale di 4 secondi, 43° Christian Menghi (GS Valgerola) in 4’06”09. Sulla stessa distanza, ma nella gara femminile, Cristina Molteni (GP Valchiavenna) parte nella serie più veloce e mette a referto uno spettacolare 4’32”30 (2° tempo assoluto e prestazione da 901 punti nelle tabelle federali, nonché terzo miglior tempo stagionale nella categoria promesse e minimo per i campionati italiani) alle spalle della vincitrice Elisa Bortoli (CS Esercito/4’20”90). Il compagno di squadra Gianluca Nesossi si cimenta nei 600 metri fermando il cronometro dopo 1’25”79 (nuovo personal best), mentre la chiavennasca Alessandra Succetti nei 2000 siepi è 13a in 8’06”85. Debutto sui 5000 metri per il malenco Matteo Bardea che chiude in 15’24”69 mettendosi in tasca la qualificazione per i campionati italiani e conquistando il secondo posto tra gli junior.

Nelle foto di Davide Vaninetti/TrackArena: Cristian Menghi, Gianluca Nesossi e la premiazione di Cristina Molteni

RIUNIONE DI INTERESSE NAZIONALE OUTDOOR CADETTI/E- MEMORIAL ALMA CLERICI A ROVELLASCA: SOFIA PAGANONI FA SCINTILLE NEL SALTO IN ALTO

Sulla pista di Rovellasca sabato 24 aprile la valtellinese Sofia Paganoni (C.O. Piateda) fa scintille vincendo la gara del salto in alto cadette con l’eccezionale misura di 1,60 m (prestazione da 900 punti tabellari) che vale il minimo di partecipazione ai campionati italiani di categoria e il vertice nella graduatoria nazionale stagionale. “Sofia è entrata in gara a 1,30 m e ha superato tutte le misure alla prima prova fino a 1,51 m – racconta il suo allenatore Alberto Rampa – A 1,53 metri è rimasta la sola in gara e ha tentato la misura di 1,58 m (personal best). Superata brillantemente alla prima prova anche questa misura, chiede di portare l’asticella a 1,60, misura valida per la partecipazione ai campionati italiani. Misura che supera con determinazione alla seconda prova”. Grande esultanza di tutti gli atleti presenti e del suo allenatore per un altro risultato storico per la nostra atletica provinciale e per il C.O. Piateda Pneumatici Valtellina OilService.

Sara Scaruffi (GS Chiuro) al debutto sulla distanza dei 1000 metri ha regolato tutte le sue avversarie vincendo in solitaria con il tempo di 3’23”68. Nella gara maschile, sulla medesima distanza, il GS Valgerola ha schierato un terzetto: il più veloce è Gabriele Sutti in 3’7”98 (7°), seguito da Filippo Giannoni in 3’19”00 (15°) ed Elia Ruffoni in 3’28”44 (20°); in mezzo si infila Andrea Pelizzatti (Pol. Albosaggia) 11° con il tempo di 3’13”98. Nei 300 metri cadette da citare il 28° posto di Asia Contessa (GP Santi) in 50”42, mentre gli altri atleti della Polisportiva Albosaggia si sono cimentati in gare diverse: negli 80 metri Matteo Pedrotti ferma il cronometro a 11”94 e Giada Decensi mette a referto 12”18, nel salto in lungo Lorenzo Ciriello conquista la medaglia di bronzo con un balzo da 5,23 metri (5,12 m, 5,09 m, 5,17 m le altre misure) e primato personale migliorato di 18 centrimetri.

NEI 110 OSTACOLI A SARONNO DANIELE LANZINI PRENOTA I CAMPIONATI ITALIANI

A margine dei Campionati regionali di prove multiple a Saronno il 24 e 25 aprile si sono svolte delle gare di contorno utili per conquistare i minimi per i campionati italiani di specialità. Daniele Lanzini e Nicolò Esposito, entrambi del C.O. Piateda Pneumatici Valtellina OilService, si cimentano rispettivamente nei 110 ostacoli allievi (barriera da 91 centimetri) e nei 200 metri promesse. Daniele con una gara ritmica e puntuale si aggiudica il primo posto siglando il primato personale con il tempo di 15”07 e migliorandosi di mezzo secondo.

Nicolò scende in pista con determinazione e non si fa intimidire dagli avversari. Digrignando i denti e dondolando la testa realizza il suo primato personale nei 200 in 25”81. Da citare nella gara dei 400 metri, Abdou Razize Adjiyo del PT Skyrunning che si migliora sulla distanza mettendo a referto 56”36.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *