Tornano i Campionati italiani master invernali di lanci, con tre giornate di sfide per il tricolore da venerdì 12 a domenica 14 marzo. Di nuovo a Viterbo, che nel 2019 ha accolto l’ultima edizione della rassegna e avrebbe dovuto ospitarla anche l’anno scorso, prima dell’annullamento a causa dell’inizio della pandemia. L’evento è interamente dedicato a quattro specialità: disco, martello, giavellotto e martello con maniglia corta. In tutto sono 120 gli iscritti e tra questi c’è anche Giorgio Paolo Lerda, classe 1951, inossidabile portacolori del GP Valchiavenna.

Al debutto nella categoria master 70, il chiavennasco, ha scagliato l’attrezzo da 500 gr a 36,56 metri al primo lancio, quello migliore e nuovo primato personale, posizionandosi subito al primo posto. Sono poi arrivati due nulli e tre lanci intorno ai 32 metri (32,01 – 32,85 -32,10).

Lerda, in gara anche nel martello maniglia corta, ha messo a referto le misure di 8,53 e 8,86 metri, migliorando il suo personal best ma finendo lontano dai primi.

 “A Casalmaggiore due settimane fa non ero rimasto soddisfatto della mia prestazione nel giavellotto – ha raccontato Lerda – qui al Campionato italiano invece ho fatto un ottimo primo lancio che mi ha subito catapultato in vetta alla classifica”. “Sono molto contento di questo titolo tricolore – conclude Lerda – anche se nel martello maniglia corta, disciplina a me un po’ indigesta, non sono andato molto bene”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *