Importante appuntamento nel weekend del 19/20 settembre per l’atletica lombarda con i Campionati regionali cadetti/e magistralmente organizzati a Casalmaggiore (CR) dall’Atletica Interflumina E’ Più Pomì. Due gli atleti valtellinesi che sono saliti sul podio. Elisa Rovedatti (GS CSI Morbegno), in gara nei 2000 metri, è partita decisa facendo subito il ritmo, tallonata dalla rivale Giulia Ganziani (Free-Zone). Domenica scorsa a Casazza era stato 1 a 0 per la morbegnese che nel finale era riuscita a portarsi a casa la vittoria, ma in questa occasione non è riuscito il colpaccio alla portacolori dei diavoli rossi che si è dovuta accontentare, dopo un bel duello, della medaglia d’argento. Oltre ad un importante 2° posto, resta per Elisa un riscontro cronometrico di assoluto livello (6’45”17)  – a meno di un secondo dalla vincitrice – che rappresenta anche il nuovo primato personale. Nei 100 ostacoli Daniele Lanzini (CO Piateda) vince la sua batteria in 14”26, terzo miglior tempo che gli permette di accedere alla finale. E qui arriva il 3° posto con il crono di 14’23”, alle spalle di Francesco Ettore Inzoli (CUS Pro Patria Milano) e Luca Manzoni (Bergamo Stars Atletica). Bravi anche gli altri portacolori del CO Piateda: Sofia Paganoni che nel salto in lungo ha conquistato il 16° posto finale con la misura di 4,43 metri ottenuta al secondo salto (nuovo personal best) e nel salto in alto ha messo a referto la misura di 1,44 metri che le è valsa l’8° posto, Francesca Vicinzino impegnata negli 80 piani ha fermato il cronometro a 12”88 (nuovo primato personale) e Daniele Lanzini ha bissato il suo impegnato agonistico gareggiando anche negli 80 metri, dopo il 9”86 in qualificazione, ha vinto la finale 2 in 9”76 ottenendo così il 6° posto.

Nei 2000 metri cadetti al via due atleti valtellinesi: Matteo Pedranzini (Atl. Alta Valtellina) chiude al 6° posto in 6’04”80, mentre Luca Curioni (GP Santi) è 17° in 6’34”26.

Nel giavellotto la chiavennasca Elena Galli, forte della bella vittoria ottenuta la settimana scorsa a Mariano Comense con tanto di primato personale migliorato di 115 centimetri e portato a 33,97 metri, purtroppo a Casalmaggiore non riesce a ripetersi e scaglia l’attrezzo a 32,24 metri (progressione 26,77 m, 29,54 m, 32,08 m, 30,53 m, 32,24 m, 31,25 m) che significa il 4° posto finale.

“Si è chiusa con soddisfazione la spedizione a Casalmaggiore per la piccola rappresentanza degli atleti del CO Piateda – racconta il vicepresidente Walter Molinari – Particolarmente calorosa l’accoglienza del presidente Carlo Stassano, col quale – in occasione dello “Stage montano in Valtellina” dello scorso agosto, che ha visto una trentina di ragazzi dell’Atletica Interflumina E’ Più Pomì ospiti a Piateda e protagonisti del “Meeting dell’amicizia” del 7 agosto presso il campo di atletica di Chiuro – è nata una sincera e profonda amicizia”. “Oltre all’alto livello delle prestazioni sportive e al preciso e professionale contributo dei giudici di gara – continua Molinari – la due giorni è stata caratterizzata finalmente dalla presenza di un folto pubblico che è potuto tornare in tribuna ad applaudire ed incitare gli atleti in campo nel rispetto delle regole; anche questo merito del vulcanico Stassano che è riuscito ad applicare in tempo zero la recentissima modifica al regolamento di Regione Lombardia, che proprio da sabato 19 settembre elevava a 1000 persone il numero degli spettatori ammessi”. “Oltre alla soddisfazione per i risultati tecnici, dettagliatamente analizzati dagli atleti con il CT Rampa durante il viaggio di rientro – conclude Molinari – la trasferta ha regalato ai ragazzi e ai loro accompagnatori preziosi momenti di cultura e di relazione umana, avendo incluso una rapida visita al territorio, alle strutture dell’Atletica Interflumina E’ Più Pomì, e una deliziosa serata conviviale”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *