Si è concluso ad Arco di Trento, con la seconda prova, il Campionato italiano di corsa in montagna. La Castle Mountain Running non solo ha assegnato, domenica 22 settembre, le maglie tricolori, ma ha anche dato al CT Paolo Germanetto le ultime indicazioni utili per scegliere gli atleti che vestiranno l’azzurro ai prossimi mondiali di specialità in Argentina.

Nella prova juniores femminile, le atlete della provincia di Sondrio pur non salendo sul podio di gara – 6a Cristina Molteni (GP Valchiavenna), 7a Katia Nana (Pol. Albosaggia) e 8a la compagna di squadra Gaia Bertolini – riescono a conquistare l’argento (Katia Nana) e il bronzo (Cristina Molteni) nel campionato italiano. Negli juniores maschili invece Alessandro Rossi (AS Lanzada) non sbaglia e chiude al 2° posto laureandosi vicecampione italiano e staccando così il pass per i Mondiali in sud America; Alessandro Crippa (Atl. Alta Valtellina) è 10°, Stefano Bonomi Boseggia (Pol. Albosaggia) 12° e Davide Lucchini (Atl. Alta Valtellina) 23°. Nelle donne Elisa Desco (Atl. Alta Valtellina) vince d’autorità gara e titolo, staccando di 3” Primitive Niyirora (GS Orecchiella Garfagnana). L’Atletica Alta Valtellina piazza Elisa Sortini al 5° posto ed Elisa Compagnoni al 10°, portandosi così a casa anche il Campionato di società assoluto femminile. Nella gara in rosa da citare anche la bella prova di Alice Gaggi (La Recastello Radici Group) 6a al traguardo. Per Elisa ed Alice di conseguenza la convocazione per i Mondiali si concretizza sempre più. A livello maschile il podio parla bergamasco con la vittoria di Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe) e il podio completata da Nadir Cavagna e Alex Baldaccini, entrambi dell’Atletica Valle Brembana. Della provincia di Sondrio in gara l’ardennese Mirko Bertolini (La Recastello Radici Group) 27° assoluto, Luca Cantoni (US Bormiese) 34° assoluto e 9° tra le promesse, Luca Molteni (GP Valchiavenna) 38° assoluto e 11° tra le promesse, Saverio Steffanoni (Pol. Albosaggia) 47° assoluto e 13° tra le promesse, il fratello gemello Giovanni (52°), l’ardennese Francesco Della Torre (La Recastello Radici Group) 54°, Federico Bardea (AS Lanzada) 57°.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *