Alla riunione regionale Assoluta organizzata a Chiuro (SO) sabato 31 agosto dal GS Chiuro del presidente Gianpiero Abordi prende parte come da pronostico il bronzo mondiale indoor 2016 Lorraine Ugen: la britannica resta a 16 centimetri dal primato stagionale e a 20 dallo standard IAAF per Doha atterrando a 6.52 (-0.4) e con tutti i sei salti oltre 6.25 (a referto anche 6.45/0.0 e 6.44/0.0). Buone cose dai 200 metri: in campo femminile l’azzurra della 4×400 Marta Milani (CS Esercito) corre in 24.91 (-0.3); tra gli uomini Mame Moussa Ndiaye, under 23 dell’ABC Progetto Azzurri, stampa 21.86 (-0.5) avvicinando il PB e precedendo Nicolò Ceriani (CUS Pro Patria Milano, 22.30) e Alessandro Dell’Acqua (Atl. Rovellasca, 22.63). Nei 110 ostacoli buon 14.78 (-0.8) del campione italiano Juniores al coperto Federico Piazzalunga (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) nella gara con barriera da un metro mentre nella prova Assoluta Jacopo Bersellini (Centro Olimpico Piateda) debutta con 16.60 (-0.8). L’allievo classe 2003 Leonardo Castelli (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) demolisce invece il PB vincendo l’alto con 1.88 (aveva 1.80).

Sempre sabato 31 agosto a Chiuro è andato in scena il Meeting Internazionale paralimpico FISPES e FISDIR. Nella gara di peso miglior misura per il pluridecorato Oney Tapia (Omero Bergamo), primatista mondiale F11 del disco oggi arrivato a 13.55 nella propria seconda specialità d’elezione, restando a 26 centimetri dal primato italiano del peso F11 che già detiene. Cade invece il primato italiano F64 per mano di Lorenzo Tonetto (SS Trionfo Ligure), che porta il limite (già suo) da 12.18 a 12.73. Nicholas Zani (GSH Sempione 82) con 55.66 (-0.3) sigla invece il nuovo record italiano T33 (Zani deteneva già il precedente con 56.02).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *