Nella classica mezzamaratona del capoluogo lombarda, domenica 24 marzo, è doppietta per il Kenia con Vincent Kibor Raimoi che vince a sorpresa in 1h00’10” e Priscah Jeptoo in 1h08’27”. Circa 7000 i partecipanti alla popolare half marathon che ha partenza e arrivo in piazza Castello, con un percorso considerato molto veloce dagli specialisti e quindi adatto “a fare il tempo”.

Al via, come di consueto, anche una bella pattuglia di atleti valtellinesi. Da sottolineare il debutto sulla distanza di Elisa Sortini (Atl. Alta Valtellina) che ha chiuso in 1h20’18”, quindicesima tra le donne e quinta delle italiane, nonché terza fra le master 35. “Sono molto soddisfatta – ha dichiarato nel post-race la Sortini – Era la mia prima mezza e non l’ho preparata in modo specifico, quindi considerando il caldo e i rallentamenti in partenza, il passaggio regolare ai 10km in 38 minuti e il tempo finale di 1h20’ sono ottimi”. “Sicuramente ho ampi margini di miglioramento – conclude Sortini – ma la cosa più importante è che la Stramilano è una gara veramente bella da correre, con tantissima gente lungo il percorso e in gara. Mi sono divertita moltissimo”. Nella gara maschile il migliore degli italiani è Lorenzo Dini (GA Fiamme Gialle) al primato personale con 1h03’35”, mentre il migliore dei valtellinesi è Francesco Marchetti (GS CSI Morbegno), 63° al traguardo in 1h15’03”. A livello di piazzamenti di categoria, da citare la vittoria dell’inossidabile Carluccio Bordoni (2002 Marathon Club) nei master 65, il quinto posto del compagno di squadra Riccardo Dusci nei master 50 e il quinto di Sarah Palfrader (Atl. Alta Valtellina) nelle master 45.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *