65° CAMPACCIO CROSS COUNTRY

Nell’atletica italiana esistono delle manifestazioni che rappresentano pietre miliari, certezze confortanti, passaggi obbligati, valori assoluti. Una di queste manifestazioni è sicuramente il Cross del Campaccio che a San Giorgio su Legnano, come da tradizione, ogni anno, è l’incipit della stagione agonistica. Il 6 gennaio, da 65 anni a questa parte, su quel “campaccio” che ha dato il nome alla manifestazione e alla via che lo lambisce, va in scena uno spettacolo che gli appassionati non possono perdere e ogni vero runner che si reputi tale non può non aver corso almeno una volta nella vita. E’ il grande spettacolo del Cross del Campaccio.

Dopo l’inevitabile spostamento primaverile imposto lo scorso anno dal Covid, quest’anno la gara si è svolta come da copione il giorno dell’Epifania, con la società organizzatrice, l’US Sangiorgese, che nel 2022 festeggia pure il secolo di vita.

La prova internazionale ha visto trionfare il giovane Yihune Addisu, che grazie a un deciso cambio di ritmo all’ultimo giro ha staccato gli avversari, e l’etiope Dawit Seyaum fresca vincitrice della BoClassic. Belle prove anche per gli azzurri con Eyob Faniel (Fiamme Oro) e Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre) che chiudono al 6° posto. Della provincia di Sondrio al via il bormino Matteo Bradanini (DK Runners Milano\38°), Davide Mazzina (GP Santi/78°) e Sveva Della Pedrina (GP Valchiavenna) 41a assoluta e 8a tra le junior.

Nel cross corto di 3,2 km vinto da Sebastiano Parolini (GAV), bella prova per Saverio Steffanoni (Pol. Albosaggia) che conquista il 6° posto, mentre Fabio Canclini (GP Santi) è 39°.

Nella gara riservata alla categoria juniores, debutto con la maglia dell’Atletica Valle Brembana per il malenco Matteo Bardea che si piazza al 10° posto.

Negli allievi 30° posto per Daniele Ciaponi (GP Talamona) e 44° per il compagno di squadra Giacomo Ciaponi. Nella gara in rosa, la campionessa regionale dei 1500 metri Elisa Rovedatti (GS CSI Morbegno) ottiene la 15a piazza.

In mostra nei cadetti Gabriele Sutti (GS Valgerola\14°) e Filippo Bertazzini (Pol. Albosaggia\17°) e nelle cadette Tabatha Spini (GP Talamona\15a) e Asia Contessa (GP Santi\50a).

In programma anche 3 prove per le categorie master: il capitano del GP Santi Graziano Zugnoni è 3° nei master 45 e Fabrizio Sutti (GS Valgerola) è 5° nella stessa categoria, 7° Carlo Levi (GP Valcahivenna) nei master 50, 21° Alberto Barona (GP Santi) nei master 45 e 30° Enrico Tarchini (GS CSI Morbegno) nei master 50. Ottimo 3° posto di Alberto Mainetti (GP Valchiavenna) nei master 40 e bella vittoria per l’inossidabile Roberto Pedroncelli (GP Santi) nei master 55 e 4° Riccardo Dusci (2002 Marathon Club) nella medesima categoria, 10° Michele Piombardi (GS Valgerola\master 55). Di bronzo Cinzia Zugnoni (GS CSI Morbegno) nelle master 50 che sembra essersi lasciata decisamente alle spalle l’infortunio al piede. Da citare anche il 33° posto di Roberto Toffano (Atl. Alta Valtellina) nei master 55, il 7° di Elisabetta Bortolas (GP Santi) nelle master 40, il 5° di Francesca Duca (GP Talamona) nelle mater 50, il 28° del compagno di squadra Ivo Mazzoni nei master 60.

Foto Giancarlo Colombo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.