Dopo l’annullamento, causa Covid, dell’edizione 2020, torna, per gli amanti della corsa in montagna “tradizionale”, il Trofeo Marmitte dei Giganti. Domenica 12 settembre 2021, a Chiavenna, si disputerà la 39esima edizione della manifestazione nazionale di corsa in montagna, riservata alle categorie Juniores, Promesse, Seniores e Master (maschili e femminili). Ancora una volta la manifestazione si svolgerà in concomitanza con la seconda domenica della “Sagra dei Crotti”, manifestazione che richiama a Chiavenna turisti da tutta la regione e che, quest’anno, proprio in conseguenza delle limitazioni necessarie per contenere la pandemia, prevede unicamente l’iniziativa “Andem a Crott”. Anche la manifestazione sportiva, ovviamente, si svolgerà nel massimo rispetto delle disposizioni, previste per le gare sportive all’aperto. 

Le gare si svolgono su percorsi ben collaudati, “disegnati” all’interno del “Parco Marmitte dei Giganti”, riserva naturale che presenta visioni paesaggistiche di particolare bellezza, aspetti geomorfologici imponenti ed affascinanti che danno origine ad un ambiente tra i più singolari dell´arco alpino. Percorsi di gara “up & down”, estremamente tecnici ed impegnativi, molto vari e suggestivi, con continui cambi di ritmo, con salite, falsipiani, passaggi tecnici e discese impegnative che, oltre a una buona preparazione, richiedono anche grande “elasticità” e prontezza di riflessi.

PROGRAMMA Ritrovo, per gli atleti, a partire dalle ore 10.00, per conferma delle iscrizioni (da fare pervenire, entro le ore 24.00 di venerdì 10 settembre via mail a info@gpvalchiavenna.it) e ritiro dei pettorali. Via alle competizioni alle ore 14.00, con la gara femminile, individuale e, a seguire, con la gara maschile, con formula “staffetta a 2 elementi”. Zona di partenza/arrivo e “cambio di testimone” in località Pratogiano, vero “centro” della stessa sagra, dove si trovano molti dei Crotti di Chiavenna.

PERCORSO Subito dopo la partenza e un primo tratto “di lancio”, si comincia a salire, su strada acciottolata e poi, con un’impegnativa gradinata, verso il “belvedere”, punto di osservazione da cui si gode di un’ottima vista su Chiavenna. Da qui comincia la traversata, caratterizzata dall’alternarsi di tratti in salita e in discesa, con passaggi molto tecnici ed impegnativi, nei pressi delle “marmitte” (buche nella roccia, lavorate dagli antichi ghiacciai), delle incisioni rupestri e sui scivoli glaciali, elementi che caratterizzano il parco. Dopo avere raggiunto il punto più alto del tracciato si comincia la discesa, verso il Passo Capiola. Qui le donne continuano a scendere verso la Chiesa di Prosto, mentre, per gli uomini, la discesa prosegue fino al suggestivo passaggio nella grotta, per tornare poi a Capiola e riprendere la discesa, verso la Chiesa di Prosto di Piuro. Infine, alternando tratti sulla pista ciclabile a tratti di sentiero, si torna a Chiavenna, verso la zona di arrivo e di “passaggio del testimone” al compagno di staffetta. Per le donne gara di 4.555 metri, con un dislivello di 222 metri. Per gli uomini, da percorrere, 6.080 metri, con un dislivello pari a m 327.
Gare “corte”, da spingere “sempre a tutta”, con impegno e attenzione massimi e continui.Al termine delle gare, predisposte le classifiche, ricche premiazioni per le migliori staffette e le migliori donne ma anche, in base ai tempi realizzati, premiazioni individuali, per le varie categorie.

Ulteriori informazioni sul sito del Gruppo Podistico Valchiavenna (www.gpvalchiavenna.it) e sui profili facebook della società e della manifestazione – @GPValchiavenna e @trofeomarmittedeigiganti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *