Grande prova organizzativa per la Sportiva Lanzada che domenica 10 novembre ha proposto i Campionati regionali di corsa campestre a staffetta per le categorie cadetti/e e assoluti/e e il Cross regionale a staffetta per ragazzi/e, oltre alle gare provinciali individuali per assoluti/master ed esordienti. Complessivamente 400 runners provenienti da tutta la regione hanno sfidato il freddo e il gelo in zona Pradasc, su un percorso muscolare e tutto da spingere che ha regalato grandi emozioni e risultati non sempre scontati.

Nelle ragazze, 3×1000 metri per loro, il CSI Morbegno cambia al comando grazie a Denise Baroli, seguito dal GP Talamona con Marika Branchini. In seconda e terza frazione le sorelle Tirinzoni (Silvia e Francesca) mettono subito le cose in chiaro e portano il GP Talamona alla vittoria con il crono di 12’19”, lasciando a 2 secondi il GP Valchiavenna (Noemi Gini, Francesca De Stefani, Viola Giovanettoni) e il GS CSI  Morbegno (Gessica Morè e Greta Piganzoli a completare il terzetto).

Nei cadetti, sempre 3 frazionisti per 1000 metri ciascuno, la Fenice, team milanese, domina la prova dal primo all’ultimo metro con Yuri Azzara, Matteo Micò e Nicolò Piccin. Alle loro spalle è lotta valligiana con il GP Valchiavenna che cambia al 2° posto con Lorenzo Tomera , ma in seconda frazione il GS Valgerola gli scippa la posizione dopo che Gabriele Sutti aveva passato il testimone in terza posizione ad Alberto Cazzato. Nel terzo giro un’US Bormiese in grande spolvero grazie a Filippo Pedrana recupera alla grande e si porta a casa la medaglia di bronzo (Pietro Franceschetti e Alessandro Canclini i compagni di staffetta) alle spalle del giallo-blu Matteo Bottà.

Sempre 3×1000 metri per le cadette dove l’Atletica Rezzato (Dafne Mazzotti, Elena Lanfredi ed Anna Castellani) si porta a casa la maglia di campionesse regionali; alle loro spalle si accomoda la Pro Patria Busto Arsizio grazie a Lucrezia Tovaglieri, Martina Toia e Margherita Fabris che staccano di 3 secondi le bergamasche dell’Atletica Valle Brembana (Alice Ratti, Greta Carrara, Chiara Quadriglia).

Nei cadetti parte a tutta Leon Bordoli (GS CSI Morbegno) che passa per primo il testimone a Federico Bongio, ma in seconda frazione la Pro Patria Busto Arsizio mette le cose in chiaro con Tommaso Tarantino (lanciato da Daniele Castelli) e conquista la prima posizione, mentre i diavoli rossi tengono il secondo posto e la 5 Cerchi Seregno è al terzo con Jacopo Ercolin (che ha cambiato con Giorgio Beccalli). In terza frazione però per il gradino più basso del podio rinviene l’Atletica Rodengo Saiano che grazie a Loris Cittadini supera Lorenzo Ercolin (5 Cerchi Seregno), mentre Yordi Garavaglia (Pro Patria) porta a casa il titolo regionale precedendo il morbegnese Francesco Bongio.

Nella staffetta assoluta femminile (4×2000 metri con atlete appartenenti alle categorie allieve, assolute e master), il GP Santi Nuova Olonio cambia al comando grazie alla campionessa regionale delle siepi Greta Contessa che precede Silvia Berra (Pol. Albosaggia), Chiara Begnis (Atl. Valle Brembana) e Camilla Valsecchi Ratto (Atl. Lecco). In seconda frazione le lecchesi si portano al comando con Alessia Ippolito, mentre Giulia Oregioni (GP Santi) e Federica Eterovich (Pol. Albosaggia) cambiano in seconda e terza posizione. In terza frazione l’Atletica Lecco consolida il vantaggio con Nicole Acerboni, mentre l’Atletica Valle Brembana con una grande prova di Federica Cortesi, che ha ricevuto il testimone da Sofia Begnis, si issa fino al secondo posto, con Gaia Bertolini (Pol. Albosaggia) che transita al terzo. Nell’ultima frazione la lecchese Francesca Colombo tiene alla grande porta a casa il titolo regionale, mentre una brava Katia Nana recupera una posizione per la Polisportiva Albosaggia e l’Atletica Valle Brembana, con Anna Carla Gherardi, si deve accontentare del terzo posto.

Gran finale con la staffetta assoluta maschile, anche per loro 2000 metri per 4 frazionisti. Parte a tutta Edoardo Brusa (Pro Patria Busto Arsizio) che cambia al comando lanciando Lorenzo Belotti. Alle sue spalle sfilano Pietro Gherardi (Atl. Valle Brembana) e appaiati Davide Gini (GP Valchiavenna) e Giovanni Artusi (Atl. Lecco). In seconda frazione Marco Aondio (Atl. Lecco) balza al comando, mentre la Pro Patria Busto Arsizio scivola al secondo e un grande Cristian Menghi (GS Valgerola) passa il testimone in terza posizione a Mattia Raimondi (dopo averlo ricevuto da Erik Sansi). Terza frazione, i lecchesi continuano la loro cavalcata con Manuel Tagliaferri, mentre transitano al secondo posto Marco Bolognini (Pro Patria Busto Arsizio) e al terzo il GS Valgerola, ma un grande recupero di Matteo Bonzi avvicina lAtletica Valle Brembana al podio.

Quarta e ultima frazione: il talamonese Mattia Sottocornola (Atl. Lecco) si gode la passerella e vince solitario dopo che a Lanzada già aveva dominato il Trofeo del Magnan. Per l’Atletica Lecco è doppietta di titoli nell’assoluto. I bergamaschi dell’Atletica Valle Brembana compiono l’impresa e con Danilo Gritti portano a compimento il grande recupero e conquistano l’argento, ai danni della Pro Patria Busto Arsizio che si deve accontentare della medaglia di bronzo (Stefano Longo in quarta frazione). A completare la top five due formazioni valtellinesi: il GP Santi Nuova Olonio (Davide Curioni, Giovanni Zugnoni, Diego Rossi, Fabio Canclini) e il GS Valgerola (con un sempre competitivo Fabrizio Sutti in ultima frazione).

Prima delle gare a staffetta si sono svolte le gare individuali: nelle master femminili, 3 km per loro, la vittoria si è decisa allo sprint con Michela Acquistapace (GP Santi) che ha beffato Daniela Giupponi (Atl. Valle Brembana) proprio nel finale, mentre Cristina Speziale (GS CSI Morbegno) ha completato il podio. A livello maschile il campione italiano master di cross Graziano Zugnoni (GP Santi Nuova Olonio) non ha avuto rivali ed è salito sul gradino più alto del podio in compagnia degli allievi del GP Valchiavenna Gabriele Biavaschi e Gianluca Paggi. Prove di contorno con gli esordienti protagonisti, dove sono da citare i più veloci tra i 10/11 anni ovvero Tabatha Spini (GP Talamona) e Filippo Bertazzini (Pol. Albosaggia).

Photogallery: Davide Tognoni

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *