La corsa in montagna scalda i motori. In vista del Campionato italiano a staffetta che si correrà a Saluzzo (CN) domenica 12 maggio e di quello Vertical e Lunghe distanze in calendario a Casto (BS) il weekend del 18/19 maggio, gli appassionati di questa disciplina hanno testato la condizione al Trofeo Valli Bergamasche, tradizionale gara nazionale a staffetta che, come da tradizione, ha aperto la stagione sabato 4 maggio. Nella gara femminile individuale, Elisa Sortini conferma che gli exploit dello scorso anno rappresentano una maturità agonistica finalmente raggiunta. In terra bergamasca la portacolori dell’Atletica Alta Valtellina stravince con il crono di 38’05”05 che vuol dire record della gara abbassato di ben un minuto (il precedente best time era di Alice Gaggi: 39’09” nel 2018). “La gara è stata abbastanza controllata – racconta Elisa Sortini – io e Gaia Colli ci siamo messe subito davanti con Samantha Galassi in scia. In salita ho imposto il mio ritmo e mi sono trovata da sola”. “Quando ho capito che ormai il distacco era notevole – continua Sortini – ho preso fiato e controllato il resto della gara”. Alle sue spalle è stata bagarre per le restanti posizioni del podio. Colli è riuscita a contenere gli attacchi di Valentina Belotti ed Elisa Compagnoni che hanno chiuso, rispettivamente, al 3° posto in 40’34”15 e al 4° posto in 40’54”60. Per Colli (Atletica Valle Brembana) argento in 39’59”60. Nella gara maschile a staffetta a tre elementi i patroni di casa dell’Atletica Valli Bergamasche (Luca Cagnati, Alessandro Rambaldini, Xavier Chevrier) riescono ad imporsi per il nono anno consecutivo, dopo una bella lotta con l’Atletica Valle Brembana (Nadir Cavagna, Matteo Bonzi, Francesco Puppi). A sorpresa sul gradino più basso del podio il Team Toarndo (Gabriele Bacchion, Italo e Roberto Cassol). In gara anche l’Atletica Alta Valtellina (16ª con Alessandro Crippa, Alberto De Maron e Davide Lucchini) e il GP Valchiavenna (23° con i giovani Luca Molteni, Gianluca Nesossi e Paolo Del Re).

Primo appuntamento outdoor sabato 4 maggio per gli esordienti 6, 8, 10 a Regoledo (Comune di Cosio Valtellino) con le gare “Esordienti in pista” promosse dalla Fidal Sondrio per avvicinare gli atleti più piccoli ai movimenti base dell’atletica leggera, ovvero correre saltare e lanciare. Questa prova d’esordio è stata organizzata dal GS Valgerola e vi hanno preso parte complessivamente 121 atleti. Gli esordienti 6 e 8 hanno affrontato i 40 piani e il percorso, mentre i più grandicelli esordienti 10 si sono cimentati nel triathlon (50 piani, salto in lungo, getto del peso). Alla fine nutella party per tutti e le ricche premiazioni che hanno visto l’assegnato di un premio partecipazione a tutti i concorrenti e le coppe ai primi 10 della categoria esordienti 10: Matilde Svanella (GS Valgerola), Gioia Bordoni (Pol. Albosaggia), Michela Bulanti (GS CSI Morbegno), Susanna Mariani (Pol. Albosaggia), Ilaria Bulanti (Pol. Albosaggia), Annamaria Pedrotti (Pol. Albosaggia), Gaia Sutti (GS Valgerola), Sara De Censi (Pol. Albosaggia), Matilde Varisto (Pol. Albosaggia), Chiara Tagliabue (GS Valgerola) e Filippo Bertazzini (Pol. Albosaggia), Lorenzo Consonni (GS Valgerola), Diego Piganzoli (GS CSI Morbegno), Mattia Sutti (GS Valgerola), Jacopo Pontiggia (GS Valgerola), Giuseppe Rossini (GS CSI Morbegno), Mattia Meleri (GS Chiuro), Leonardo Angelini (GS CSI Morbegno), Stefano Lehmann (Ardenno Sportiva) e Raniero Nonini (GS CSI Morbegno).

La prossima prova di “Esordienti in pista” sarà il “Trofeo 373” organizzato dal GS CSI Morbegno al campo sportivo “A. Toccalli” di Morbegno l’1 giugno 2019.

Marco Leoni

La 3a Val Lesina Run, organizzata dal GS Valgerola, ha assegnato domenica 5 maggio 2019 i titoli provinciali di corsa in montagna lunghe distanze. Una cavalcata di 17 km con un percorso molto vario e ben segnato che ha visto la vittoria di Marco Leoni (GS CSI Morbegno) con il tempo di 1h25’57”. Al secondo posto, con un distacco di 52” Erik Panatti (Amici della neve Lagunc) e sul gradino più basso del podio Massimiliano Corti (Team Pasturo) in 1h28’48”. A completare la top five Francesco Bergamaschi (GP Talamona\1h29’27”) e Mattia Bonesi (Atletica Alto Lario\1h32’15”). “Siamo partiti abbastanza tranquilli – racconta nel post race il vincitore Marco Leoni – in salita sono andato con il mio passo insieme ad Erik Panatti”. “In cima alla salita ho scollinato con un vantaggio di 20/25 secondi – continua Leoni – poi ho forzato un po’ nella discesa più tecnica per poi fare la discesa finale senza prendermi troppi rischi”. “La gara è molto bella – conclude il capitano dei diavoli rossi – avrebbe meritato un maggior numero di partecipanti”.

A livello femminile la portacolori del GP Santi Nuova Olonio ha staccato tutte le avversarie vincendo con il tempo di 1h57’34” e lasciando la seconda concorrente, Daniela Biavaschi, a ben 6 minuti di distacco. A completare il podio Laura Tacchini del Team Valtellina (2h05’25”).

Ecco tutti i campioni provinciali 2019 di corsa in montagna lunghe distanze:

promesse: Chiara Curtoni (GS Valgerola)
senior: Laura Tacchini (Team Valtellina) e Marco Leoni (GS CSI Morbegno)
master 35: Anissa Cadregari (GS CSI Morbegno) e Simone Bonetti (Team Valtellina)
master 40: Stefania Sala (GP Rupe Magna) e Marco Pruneri (GP Rupe Magna)
master 45: Monia Acquistapace (GP Santi) e Sergio Bongio (GS CSI Morbegno)
master 50: Cristina Molgora (GS Valgerola) e Dario Martocchi (Amici Madonna della neve Lagunch)
master 55: Marco Bertolina (Atl. Alta Valtellina)
master 60: Carlo Leoni (GS CSI Morbegno)
master 65: Salvatore Tarabini (GS CSI Morbegno)