La World Mountain Running Association ha lanciato il 6 aprile 2021 il World Mountain Running Ranking, pensato per i mountain Runners, dai mountain Runners. Dal 1984, la WMRA è un’istituzione pionieristica, chiave dello sviluppo globale della corsa in montagna. A partire dalla sua prima grande competizione internazionale nel 1985, ha organizzato 37 Campionati del Mondo e 22 Coppe del Mondo (di cui 2 in provincia di Sondrio: a Morbegno/Sondrio nel 1986 e a Madesimo/Campodolcino nel 2009). Quest’anno sta per iniziare un’altra Coppa del Mondo, insieme ai Campionati Mondiali di Mountain & Trail Running che si terranno a novembre in Thailandia.

Poiché questo sport continua a crescere a livello globale, la WMRA ha lanciato questa speciale classifica per aiutare a condividere le migliori gare e dare ai corridori di tutto il mondo uno strumento chiaro, obiettivo e facile da capire.

Il World Mountain Running Ranking si basa su quattro principi:

1. Un elenco delle migliori corse in montagna di tutto il mondo. Ci sono tutte le gare del calendario WMRA (come i Campionati mondiali ed europei), ma ce ne sono molte altre (WMRA Associated Race come il Trofeo Vanoni di Morbegno e il KM Verticale Chiavenna-Lagunch)., così che gli atleti possano scoprire le gare top e le stesse abbiano più visibilità.

2. Una classifica di 365 giorni. Con la corsa in montagna, sei bravo solo quanto la tua forma attuale, che tu sia il campione del mondo o un corridore in fondo al gruppo.

3. Un sistema di punteggio trasparente e facile da capire. Nessun algoritmo nascosto, nessuna formula segreta. La semplicità è parte integrante della gioia della corsa in montagna, e la WMRA ha cercato di mantenerla. Pertanto, qualsiasi direttore di gara, sponsor, manager della squadra nazionale o corridore può fare calcoli chiari sulle prestazioni.

4. Un lavoro in corso. Lo sport è molto dinamico e in continua evoluzione. La WMRA farà tesoro dei feedback ricevuti per continuare a sviluppare questo ranking, a beneficio di tutti.
La classifica ha ottenuto un grande sostegno da tutte le parti interessate alla corsa in montagna. Le prime reazioni dei mountain runners di tutto il mondo sono state entusiaste, confermando la necessità di questa classifica, insieme all’interesse della WMRA ad ascoltare i commenti/suggerimenti per lavorare insieme per un futuro migliore.
Sfogliando questa classifica (https://ranking.wmra.info/) subito balza all’occhio che a livello femminile al primo posto c’è Elisa Sortini (Atl. Alta Valtellina) con 96 punti (grazie, nel 2020, alla vittoria del Fletta Trail, al secondo posto al Trofeo Vanoni e alla Südtirol Drei Zinnen Alpine Run, al terzo posto al KW Chiavenna-Lagunc, al Trofeo Nasego e al Challenge Stellina), davanti a Mojca Koligar (74 punti) e alla record woman del Vanoni femminile Sarah McCormack (60 punti). Altra valtellinese nella top 20 è Alice Gaggi (17^).
Come viene calcolato il punteggio.Il World Mountain Running Ranking consiste in punti assegnati ad ogni atleta in base ai risultati delle loro gare. La WMRA utilizza una classificazione per categorie per assegnare una ponderazione dei punti alle gare di corsa in montagna più importanti.  Per cui le gare di categoria A assegneranno un numero maggiore di punti rispetto alle categorie B, C ecc.  Questo premia gli atleti che gareggiano nelle gare di corsa in montagna più prestigiose e importanti del mondo.  

Il calcolo dell’attuale classifica mondiale di un atleta viene effettuato sommando questi punti dai risultati delle gare nei 365 giorni precedenti.  Questo rende il World Ranking una classifica annuale a rotazione, il che significa che la posizione attuale riflette i risultati dell’atleta nel corso dell’anno precedente, se visto da qualsiasi giorno ed è aggiornata in tempo reale.

CreditPhoto: Maurizio Torri

Terreno asciutto, clima gradevole: a San Vittore Olona (Milano) la Cinque Mulini, seconda tappa del circuito World Athletics Cross Country Permit, propone il proprio 89° capitolo in contesto primaverile e i nomi emersi dalle competizioni giovanile portano una ventata d’aria fresca anche nei difficili tempi del Covid-19. La classica dell’Unione Sportiva San Vittore Olona 1906 a livello juniores vede il malenco Matteo Bardea (AS Lanzada) nella top ten con il 10° posto in 27’08” al termine di 8,2 km di gara. Nella gara allievi exploit di Federico Bongio (GS CSI Morbegno) che si porta a casa un ottimo 7° posto in 13’44” dopo i 4,2 km del percorso che è entrato nella storia e che vede nel passaggio all’interno del Mulino Meraviglia il tratto più suggestivo. Alle sue spalle bene si difendono i compagni di squadra Francesco Bongio (20°) e Raoul Fumelli (38°). Gara allieve, stessa distanza, Elisa Rovedatti (GS CSI Morbegno) è 17a.

Doppia vittoria per l’Etiopia nelle due gare internazionali assolute, i due successi maturano in modo diverso ma arridono sempre a due grandi protagonisti di sette giorni prima al Campaccio: Nibret Melak, secondo a San Giorgio su Legnano, e Tsehay Gemechu, che conquista così la seconda classica lombarda a distanza di sette giorni. Nella gara femminile di 6,2 km, è da sottolineare l’ottima prova di Cristina Molteni (GP Valchiavenna) 18a assoluta e 7 a tra le promesse, mentre Gaia Bertolina (Atletica Alta Valtellina) è 32a e 12a tra le promesse. Nella gara maschile, unico valtellinese al via Alessandro Crippa (Atletica Alta Valtellina) che ha chiuso i 10,2 km di gara al 45° posto assoluto e 18° tra le promesse.

MARZO IN PISTA: TORNA L’ATLETICA PER I CADETTI

Cinque le riunioni di interesse nazionale su pista outdoor in programma nel weekend del  27/28 marzo in Lombardia per il “Marzo in Pista” riservato  alle categorie cadetti/e:  a Voghera (Pavia) e Saronno sabato 27 marzo, a Bergamo, Brescia e Vigevano (Pavia) domenica 28 marzo. Negli 800 metri cadetti sulla pista di Bergamo al via anche due portacolori del GS Valgerola: Gabriele Sutti che ha gareggiato nella serie 2 conquistando il 3° posto con il crono di 2’29”02 ed Elia Ruffoni che nella serie 3 ha chiuso al 6° posto in 2’39”96. Nella classifica finale, il tempo di Sutti valso la 15a posizione.  

Foto: Giovanni Tacchini

È un circuito di riunioni senza classifiche finali o punteggi, ma che ha la peculiarità di fornire agli atleti e alle atlete (ovviamente soprattutto lombardi) le condizioni migliori per competere e inseguire gli standard di qualificazione per le manifestazioni internazionali giovanili: sono i Silver Meeting FIDAL Lombardia, che vivranno nel 2021 la propria terza stagione e saranno dedicati alla memoria di coach Vincenzo Leggieri.

Il primo appuntamento con i Silver Meeting 2021 sarà domenica 11 aprile con un momento dedicato agli 800 metri maschili e femminili all’interno del Memorial Mauro Zucchi organizzato dall’Interflumina È Più Pomì a Casalmaggiore (Cremona):  le iscrizioni online sono già aperte e scadranno alle ore 22:00 di sabato 3 aprile con alcune serie che verranno composte a invito dal Settore Tecnico Regionale.  Sono previsti premi per i primi sei classificati maschili e femminili.

IL CALENDARIO

  • Domenica 11 aprile 2021 a Casalmaggiore (Cremona): 800m M/F.
  • Giovedì 29 aprile 2021 a Rodengo Saiano (Brescia): 800m M/F, 3000m M/F, 3000m, siepi M/F; 2000m Cadetti/e.
  • Mercoledì 12 maggio 2021 a Bergamo: 800m M/F, 1500m M/F, Peso M/F, Martello M/F.
  • Mercoledì 26 maggio a Zogno (Bergamo): 400m M/F, 1500m M/F, 5000m M/F.
  • Martedì 8 giugno a Nembro (Bergamo) nella fascia premeeting del Meeting nazionale Città di Nembro: 1500m M/F; 1000m Cadetti/e.
  • Mercoledì 16 giugno 2021 a Brescia: 1500m M/F, 5000m M/F (gare dedicate alle categorie Master).
  • Giovedì 1° luglio 2021 a Cernusco sul Naviglio (Milano): 100m M/F, 400m M/F, 1500m M/F, 3000m M/F, Alto M/F, Giavellotto M/F.

IL REGOLAMENTO