Continuano le ottime prestazioni di alcuni atleti della provincia di Sondrio nelle gare indoor. In particolare, nel weekend del 22/23 gennaio, i portacolori di GP Valchiavenna, GS CSI Morbegno e CO Piateda Pneumatici Valtellina OilService sono stati impegnati in tre diversi impianti: Bergamo, Parma e Padova.

QUI BERGAMO

Nei 60 ostacoli il talentuoso Daniele Lanzini (CO Piateda Pneumatici Valtellina Oil Service) si migliora ben due volte: nella prima prova vince la sua serie e stabilisce il miglior tempo mettendo a referto 8”08, nella seconda prova vince ancora nettamente e ferma il cronometro a 7”99 (equivalente a 984 punti tabellari FIDAL), per la prima volta sotto il muro degli 8 secondi (il precedente personal best di Lanzini era 8”12 stabilito due settimane fa sempre a Bergamo). Nella stessa riunione indoor di interesse nazionale, impegnati nei 60 metri troviamo i 3 moschettieri allenati da Alberto Rampa: nella prima prova l’allievo Daniele Lanzini corre in 7”35, Marcello Valli in 8”23, lo junior Stefano Scamozzi in 7”82; nella seconda prova Lanzini si migliora a 7”34, Valli chiude in 8”25 e Scamozzi mette a referto 7”87.

QUI PARMA

Dopo le buone prove nei cross, Elisa Rovedatti (GS CSI Morbegno) si cimenta nei 1500 indoor, a caccia del tempo per qualificarsi ai campionati italiani di categoria. Le avversarie non sono molte ed Elisa parte forte, conducendo tutta la gara in testa e staccando rapidamente le altre concorrenti. Chiude in 5’00”66 lasciando a 10 secondi la junior Margherita Montaresi (CUS Parma) e a quasi 1 minuto l’allieva Lisa Florini (Acquadela Bologna).

QUI PADOVA

In quel di Padova è sceso in pista nel bell’impianto indoor il trio del GP Valchiavenna: Milena Masolini e Alessandra Succetti negli 800 metri, Andrea Zoanni nei 1500 metri. Milena è terza nella sua serie, la più veloce, porta il suo primato personale indoor a di 2’17”20 (il precedente era 2’18”80 stabilito ad Ancona nel 2019) e conquista il 5° posto assoluto. La compagna di squadra Alessandra è seconda nella sua serie in 2’28”36 e 20a assoluta. Andrea si mette alla prova per la prima volta nei 1500 indoor e nella serie più veloce si difende con un 4’01”32 che è il 9° tempo assoluto.

Dopo il classico appuntamento con il Cross del Campaccio nel giorno dell’Epifania, la stagione del cross 2022 è entrata nel vivo domenica 16 gennaio a Cellatica (BS). La località camuna ha ospitato la prima prova regionale del Campionato di Società nazionale 2022 di corsa campestre e insieme alla seconda prova in programma il 13 febbraio al Parco delle Cave di Brescia sancirà quali team (per le categorie Allievi M/F, Junior M/F e Promesse/Seniores M/F) avranno il diritto di partecipare alla finale nazionale in programma a Trieste il 12/13 marzo 2022. Come sempre, a portare punteggi utili per la qualificazione saranno i primi tre atleti/e al traguardo per ogni team e sarà considerato ai fini della classifica regionale il migliore dei punteggi ottenuti nelle due prove da ogni singola squadra. Sul percorso bresciano, allestito ai piedi del massicio della Concarena e già teatro della prima fase dei CdS 2019, si sono sfidati i migliori interpreti del cross lombardo, con una rappresentanza delle società della provincia di Sondrio così sparuta da far riflettere.
Nella gara allieve di 4 km bella prova di Elisa Rovedatti (GS CSI Morbegno) che si conferma atleta da podio conquistando il terzo posto a un soffio dalla seconda classificata Michela Papalia (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) che ha avuto la meglio allo sprint.
Nella gara juniores di 7 km brilla l’argento del malenco Matteo Bardea (ora accassato alla società bergamasca Atl. Valle Brembana) che chiude a soli 5 secondi dal vincitore e compagno di squadra Stefano Benzoni. Debutto in questa categoria per i diavoli rossi e campioni italiani di corsa in montagna a staffetta allievi Francesco e Federico Bongio che ben si difendono sul muscolare percorso camuno. Francesco è 11° al traguardo mentre Federico è 14° a 10 secondi dall’amico e compagno di squadra.
Nella gara promesse e senior maschili di 10 km la corazzata dell’Atletica Valle Brembana non fa sconti e monopolizzato la top five di giornata con il neoacquisto Ahmed El Mazoury, Pietro Sonzogni, i fratelli Alain e Nadir Cavagna e Nicola Bonzi. In evidenza il bormino Matteo Bradanini (DK Runners Milano) che si piazza 15°, Saverio Steffanoni (Pol. Albosaggia) 27° e Mattia Piganzoli (GS Valgerola) 39°.
Nella gara top femminile di 7 km, la vittoria va all’esperta Gloria Giudici (Free-Zone); ottima prova per l’azzurra di corsa in montagna Alice Gaggi (La Recastello Radici Group) che chiude 4a ai piedi del podio. Da citare anche l’8° posto della chiavennasca Cristina Molteni (Atl. Valle Brembana), anche lei approdata alla corte del presidente Ferrari.

Weekend di gare indoor per i portacolori del CO Piateda OilService Pneumatici Valtellina e del GP Valchiavenna impegnati, rispettivamente, a Bergamo e Padova.

Per il sodalizio del neo-presidente Walter Molinari, sabato 8 gennaio è scesa in pedana la saltatrice Sofia Paganoni che dopo 3 mesi di stop per infortunio ha valicato l’asticella a 1,57 metri al primo tentativo conquistando il 3° posto assoluto. Domenica 9 è stata la volta dei compagni di squadra Daniele Lanzini, Nicolò Esposito e del debuttante Marcello Valli impegnati nei 60 metri. In questa gara da sottolineare l’8° posto assoluto nella prima prova (su un lotto di ben 119 concorrenti che hanno gareggiato in 23 serie) del talamonese Mattia Tacchini (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) in 7”02; piazzamento confermato nella seconda prova con il crono di 7”10.

L’impegno principale per Daniele Lanzini sono stati però i 60 ostacoli, dove l’allievo di Alberto Rampa ha stampato un’ottima prestazione tecnica: 8”12 con ostacoli alti 91 centimetri, prestazione che equivale a 952 punti tabellari FIDAL. Nella prima prova Lanzini ha vinto la sua batteria con il crono di 8”41 e nella seconda prova, corsa dopo solo un’ora, si è notevolmente migliorato, portando il personal best a 8”12 (11 centesimi in meno del precedente stabilito ad Ancona lo scorso anno che lo posizionava nella top ten nazionale stagionale).

“Il gruppo dei ragazzi che frequenta le Superiori ha lavorato molto bene durante l’inverno e i primi risultati si vedono – spiega il direttore tecnico Alberto Rampa – questa prima uscita conferma la bontà del lavoro fatto in palestra, ma ci sono ancora ampi margini di miglioramento”. ”L’obiettivo primario in questo mese era quello di ripetere i risultati della scorsa stagione e poi migliorarsi nel corso del mese di febbraio – continua Rampa – da Lanzini ci aspettavamo un tempo intorno agli 8”30, a Bergamo è andato bene. Sicuramente questo risultato è anche il frutto del recente raduno regionale con lo staff tecnico di FIDAL Lombardia”. Gli fa eco l’allievo Daniele:”Ho fatto un’ottima gara, in cui ho potuto provare la partenza con sette passi prima del primo ostacolo. Sono molto soddifatto del tempo e spero di riuscire a ritoccarlo ancora un po’”.

In quel di Padova sabato 8 gennaio sono invece stati impegnati 4 atleti del GP Valchiavenna, tutti sulla distanza degli 800 metri. Andrea Zoanni, che è tornato a vestire la canottiera bianco-blu dopo alcuni anni accasato all’Atletica Lecco, e Gabriele Biavaschi hanno vinto in solitaria le rispettive serie con il crono di 1’58”73 e 2’01”63, tempi che sono valsi loro, rispettivamente, il 9° e il 12° posto assoluti.

Nella gara in rosa Alessandra Succetti  vince la sua serie mettendo a referto 2’24”71 (personal best migliorato di quasi 3 secondi e 8° posto finale), mentre la compagna di squadra Milena Masolini è terza in una delle serie più veloci con il tempo di 2’19”29 che vale il 6° posto finale.