G.S. CSI MORBEGNO, ATLETICA ALTA VALTELLINA E POLISPORTIVA ALBOSAGGIA SI QUALIFICANO PER I CAMPIONATI ITALIANI DI SOCIETA’ DI CORSA CAMPESTRE

L’ormai tradizionale cornice del “Parco delle Colline” di Brescia, località Badia, ha ospitato questa mattina i Campionati Regionali Assoluti di Cross, valevoli anche come seconda prova dei Campionati di Società di Cross 2017, dopo la prima fase svoltasi ad Arcisate lo scorso 29 Gennaio. Nella calda mattinata bresciana, il durissimo tracciato allestito dagli organizzatori dell’ AICS Badia Brescia con lo staff del CP FIDAL Brescia ha consentito un ottimo spettacolo per i numerosi spettatori, presenti sui prati a sostenere ben più di 800 atleti.

 

SENIORES/PROMESSE M – Nella gara forse più attesa della manifestazione sulla distanza di 10 km ogni pronostico viene ampiamente rispettato: a tagliare il traguardo per primo, in solitaria, è il portacolori dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe, Xavier Chevrier. Dopo una prima parte controllata, in gruppo con i diretti avversari, il forte specialista della Corsa in Montagna (nella specialità è stato campione mondiale Juniores 2009) si impegna in una progressione che gli consegna il titolo regionale in 32:27. Secondo in 32:41 è il compagno di squadra Cesare Maestri, bravo a staccare nell’ultimo dei cinque giri previsti un superlativo Nadir Cavagna (Atl. Valle Brembana, 32:52), primo atleta della categoria Promesse sul traguardo. Al quarto posto troviamo il buon maratoneta Giovanni Gualdi (Corrintime, 33:16), seguito dal vincitore della prova di Arcisate, David Nikolli (Cento Torri Pavia, 33:25). Sesto assoluto e argento Promesse è Mattia Padovani(Lecco Colombo Costruzioni, 33:26), reduce dal terzo posto sui 1500 agli Assoluti indoor di Ancona;  sempre rimanendo tra le Promesse, ottimo bronzo regionale di categoria per Matteo Borgnolo (CUS Insubria Eolo, 34:05) che se la vede fino all’ultimo per il podio con Hicham Kabir (Atl Valle Brembana, 34:10); i due sono rispettivamente 12° e 13° assoluto sul traguardo. L’ Atletica Valli Bergamasche Leffe, forte delle prestazioni di Chevrier, Maestri e del settimo posto di Alessandro Rambaldini (33:41), stravince la classifica a squadre di giornata davanti all’Atletica Valle Brembana e al Gruppo Alpinistico Vertovese. A portare in alto i colori valtellinesi ci ha pensato il G.S. CSI Morbegno grazie a Marco Leoni (27°), Francesco Peyronel (34°), Giovanni Tacchini (56°) e Fabio Bulanti (101°); i diavoli rossi si sono così qualificati per i Campionati italiani di società di cross in programma a Gubbio l’11 marzo.

 

SENIORES/PROMESSE F – Sui 7 km riservati alle donne vince con parecchio margine Sara Bottarelli in forza alla Free-Zone, con il tempo di 25:33. L’atleta bresciana, forte interprete della corsa in montagna (bronzo europeo nelle distanze classiche ad Arco 2016), tiene a distanza un’altra specialista come la pluri-titolata Alice Gaggi (La Recastello Radici Group, 25:54), seconda come nella prima fase di Arcisate. Terzo gradino del podio per Silvia Radaelli(Bracco Atletica, 26:05), che stacca la compagna di squadra Federica Casati, quarta in 26:18. All’arrivo sfinita, ma autrice di un’altra prova superlativa, è l’azzurra del cross Roberta Ciappini (Csi Morbegno, 26:18), prima classificata della categoria Promesse (che vince così il titolo regionale di categoria). Alle sue spalle la seconda Promessa, presente solo a titolo individuale in quanto studente del College del Mezzofondo di Varese, è la sarda del CUS Sassari Alice Cocco(26:47). Seguono Simona Milesi (Atl Valle Brembana, settima in 26:53) e la bresciana, nazionale di cross junior, Giulia Zanne (Atl. Brescia 1950, 27:05), all’argento regionale Promesse. Terzo gradino del podio Promesse che va a un’altra azzurra, Federica Zenoni (Atl Bergamo 1959 Oriocenter) che è 13esima assoluta in 28:00: tutto il podio Under 23 è composto da azzurrine dell’Eurocross a Chia. Per quanto riguarda la classifica a squadre è la Free-Zone di Bottarelli a spuntarla, grazie anche ai piazzamenti delle compagne Barbara Bani (nona) e Gloria Giudici (12esima). Seguono a ruota Bracco Atletica e La Recastello Radici Group. In questa categoria di qualifica per i Campionati italiani di società l’Atletica Alta Valtellina presente a Brescia con Elisa Sortini (16ª) ed Elisa Compagnoni (25ª)

 

JUNIORES M – Anche la categoria U20 maschile era impegnata su un percorso di 7 km. L’avvio è arrembante da parte di alcuni atleti, tra cui Ismail Ezzaki (Cs San Rocchino) e Francesco Alliegro (Free-Zone) che saranno poi ottavo e nono: i favoriti preferiscono controllarsi qualche metro dietro. Nella seconda parte di gara si ristabiliscono però le gerarchie ed il copione è simile a quello già visto ad Arcisate: trionfa, questa volta un po’ meno in sicurezza rispetto alla prima prova, il lecchese azzurro di cross a Chia, Mustafà Belghiti (Lecco Colombo Costruzioni, 23:24), che regola sul finale un instancabile Stefano Martinelli (Csi Morbegno, 23:27); terzo, al rientro in gara, un convincente Alberto Mondazzi (Atl. Mariano Comense, 23:40). Più staccati gli inseguitori, comandati da Sebastiano Parolini (Atl. Casazza, quarto in 23:59); quinto è l’atleta della Bergamo 1959 Abdelhakim Elliasmine, che chiude in 24:02. Seguono il pluri-campione nazionale Cadetti del 2013 Samuele Nava (Atl. Lecco Colombo Costruzioni, sesto in 24:28) e Matteo Bonzi (Atl. Valle Brembana, 24:47). A squadre trionfa l’Atletica Lecco Colombo, tra le pretendenti allo scudetto Juniores a Gubbio. Seguono l’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter e il CS San Rocchino.

 

JUNIORES F – Nella prova di 5,25 km delle U20 donne è Viola Taietti ad avere la meglio con grande margine sulle dirette avversarie. L’atleta, che si allena a Romano di Lombardia, è in forze all’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter ed è reduce dalla stagione indoor che l’ha vista quarta ai tricolori Juniores sui 1500: per lei titolo regionale in 19:58, con ben 24” di vantaggio sulla seconda classificata Mame Daba Mbengue (Atl. Casazza, 20:22), campionessa nazionale studentesca di cross 2016. Terza, come nella prova di Arcisate, la siepista Micol Majori (N. Atl Fanfulla Lodigiana, 20:44); quarto posto per una convincente Arianna Locatelli (Pro Sesto, 21:02), seguita dalla triatleta Carlotta Bonacina (Lecco Colombo Costruzioni, quinta in 21:12). Subito dietro è sesto posto per la portacolori dell’Atletica Valle Brembana Federica Cortesi (21:15) e settimo per Francesca Colombo (Atl Lecco Colombo Costruzioni, 21:23). Nella classifica a squadre prima piazza per la Bergamo 1959 Oriocenter davanti a Lecco Colombo Costruzioni e Pro Sesto. In questa categoria bella prova corale per il G.S. CSI Morbegno che stacca il pass  per la prova tricolore grazie a Elena Mainetti (8ª), Stefani Bulanti (24ª) e Maria Abate (28ª.)

 

ALLIEVI – Anche qui, come ad Arcisate, il pubblico assiste alla cavalcata solitaria di Luca Alfieri (PBM Bovisio Masciago) che non lascia spazio agli avversari; netta la superiorità dell’allievo classe 2000, che trionfa in solitaria con il tempo di 17:01, sufficiente per coprire i 5,25 km del tracciato. A 39” da lui si accende la lotta per le posizioni d’onore, con Alain Cavagna (Atl. Valle Brembana, 17:40) che regola il nome nuovo di Mequanint Navoni (Atl. Monza, 17:45). Quarto è il “camoscio”- così lo chiamano per le sue qualità di scalatore - Andrea Rota (Atl Lecco Colombo Costruzioni, 17:49), mentre quinto, più staccato, taglia il traguardo Enrico Vecchi dell’Atletica Rodengo Saiano (18:02). A squadre la classifica è serratissima, con Atletica Monza, Atletica Gavirate e Fanfulla Lodigiana racchiuse in 6 punti.

 

ALLIEVE – Applausi per la Free-Zone, che nonostante non presenti una terza atleta utile per la classifica a squadre, fa doppietta. Sophia Favalli, dopo il titolo italiano sui 1000 indoor di due settimane fa, si prende anche l’oro regionale di cross, con un assolo che le consente di tagliare il traguardo in 13:40, con ben 26” di vantaggio sulla compagna di squadra Elisa Ducoli (14:06) che deve difendersi dal ritorno della comasca Francesca Annoni (Osg Guanzate, terza in 14:07). Lotta per il podio anche Katia Nana (Pol Albosaggia), che si deve però accontentare della quarta posizione in 14:08. Quinta posizione per la figlia d’arte e portacolori dell’Atl Brescia 1950 Vanessa Campana (14:30). A squadre trionfa la Polisportiva Albosaggia che potrà così gareggiare alla Festa del cross di Gubbio, seguita da Lecco Colombo Costruzioni e Atletica Brescia 1950.

 

La classifica di giornata del Gran Premio Lombardia Assoluto vede svettare tra gli uomini l’Atletica Lecco Colombo Costruzioni, seguita da CS San Rocchino e Atl Valle Brembana. Al femminile è ancora l’Atletica Lecco davanti a tutte, con Atletica Bergamo 1959 Oriocenter e Atletica Brescia 1950 in seconda e terza posizione. La graduatoria finale verrà ufficializzata nei prossimi giorni: quella di Brescia era la seconda e ultima prova del circuito dopo la prima tappa di Arcisate.