CROSS DI ARCISATE: TRIPLETTA VALTELLINESE NELLE DONNE CON DESCO, GAGGI E CIAPPINI. LEONI OTTIMO TERZO NEGLI UOMINI

Questa mattina sui prati di Arcisate, ricchi di tradizione nell'ambito delle gare regionali, era atteso un grande spettacolo: quelle emozioni, che solo il cross sa regalare, non sono di certo mancate. La prima prova dei Campionati di Società di Cross ha visto sfidarsi alcuni tra i migliori interpreti lombardi della corsa campestre, su un terreno duro e sconnesso, a tratti imbiancato dalla neve; grandi sfide anche nelle categorie giovanili, che gareggiavano per il Trofeo Lombardia e il “Memorial Volpi”

La Manifestazione è stata orchestrata in modo perfetto, come ormai avviene da diversi anni, dalla società di casa, il GS Miotti Arcisate. Era inoltre presente sul campo gara il campione europeo, mondiale ed olimpico dei 10000 Alberto Cova, interessato particolarmente alla gara Seniores/Promesse femminile, nella quale ha corso la figlia Elisa, in forza al CUS Pro Patria Milano.

 

SENIORES/PROMESSE M – Nella gara priva dello specialista della corsa in montagna Alex Baldaccini, è David Nikolli (Cento Torri Pavia) a sorprendere tutti e a centrare il successo in 32:26 sui 10 km del percorso varesino; il classe ’94 di origini albanesi, fresco vincitore del titolo regionale Assoluto sui 3000  indoor a Padova (8:20.90), ha iniziato con la corsa a livello agonistico solo la scorsa estate e il suo 2017 è partito con i fuochi d’artificio. Nikolli deve però vedersela con un Nadir Cavagna (Atl. Valle Brembana) in ottimo stato di forma: l’atleta bergamasco, all’ultimo anno nella categoria Promesse, taglia il traguardo al secondo posto in 32:40, dopo un duello durato per ben più di metà gara. Nella volata per il terzo posto, Marco Leoni (CSI Morbegno, 32:53) precede l’atleta al primo anno Promesse Hicham Kabir (Atl. Valle Brembana, 32:55). Quinto posto per Luca Magri (La Recastello Radici Group, 33:01), settima piazza (dietro anche a Pietro Sonzogni/Runners Bergamo) per il maratoneta Giovanni Gualdi (Corrintime). Nonostante la defezione di Baldaccini, è l’Atletica Valle Brembana a guidare la classifica a squadre, davanti a CS San Rocchino e G. Alpinistico Vertovese.

 

SENIORES/PROMESSE F – Le attese della vigilia per una gara ricca di emozioni sono state ampiamente rispettate. Sin dalle battute iniziali dei 7 km si compone un terzetto con tre specialiste della corsa in montagna: Elisa Desco (Atl. Alta Valtellina), Alice Gaggi(La Recastello Radici Group) e Roberta Ciappini (CSI Morbegno) sono sicuramente a loro agio su un percorso ricco di strappi e di irregolarità come quello di Arcisate. Nella seconda parte di gara Desco riesce a fare la differenza e va a vincere in 25:54. Il secondo posto va a Gaggi (vicecampionessa europea lo scorso anno ad Arco) in 26:07; si accontenta del bronzo Roberta Ciappini, azzurra ai recenti Europei di cross di Chia e prima U23 al traguardo dopo una gara che la vede combattere con due campionesse di fama internazionale. Seguono a distanza Silvia Radaelli (Bracco Atletica, 26:57) e Simona Milesi (Atl. Valle Brembana, 27:22): tra il sesto e l’ottavo posto si piazzano nell’ordine un’altra specialista della montagna come Samantha Galassi (La Recastello Radici Group), la campionessa europea Master Elena Begnis (Miotti Arcisate) ed Elisa Cova (CUS Pro Patria Milano). È l’Atletica Alta Valtellina, detentrice del titolo italiano di società 2016, a comandare la classifica a squadre, nonostante l’assenza di due forti atlete come Collinge e Bellotti, ai box per infortunio. Seguono a ruota La Recastello Radici Group e il CUS Insubria Eolo.

 

JUNIORES M – Nei 7 km previsti  per gli U20 la spunta con facilità Mustafà Belghiti (Atl Lecco Colombo Costruzioni), nazionale Juniores di Cross a Chia lo scorso dicembre. Dopo una partenza controllata, Belghiti saluta i suoi avversari e va a tagliare il traguardo in solitaria (24:07). Ottima prova per Stefano Martinelli (CSI Morbegno), che prova a sostenere il ritmo del vincitore ma si deve accontentare della seconda piazza in 24:23. Dietro è lotta in casa CUS Insubria Eolo per il terzo posto: dopo una volata all’ultimo respiro il terzo posto va a Tommaso Arrighi, che ha la meglio sul compagno di squadra Kassa Paolo Castelli (24:46 per entrambi); quinto posto per Luca Molteni (GP Valchiavenna, 25:09). La classifica a squadre, guidata dal CS San Rocchino davanti ad Atletica Lecco Colombo Costruzioni e CUS Insubria Eolo, vede una lotta serratissima, con le prime tre compagini in due punti.

 

JUNIORES F – La vittoria sui 5 km per le U20 femminili è di Carlotta Missaglia, triatleta in forza al CUS Pro Patria Milano (19:32); la Missaglia, junior al primo anno, fa il vuoto dietro di sé. Alle sue spalle la lotta per il podio è apertissima e vede lo sprint vincente di Mame Daba Mbengue (Atl Casazza), campionessa studentesca di cross 2016, seconda in 19:58. Terza è la buona siepista Micol Majori (N Atl Fanfulla Lodigiana, 20:02), che regola in volata un’ottima Sara Trezzi (Cantù Atletica, 20:05). È quinta in rimonta la portacolori dell’Atletica Mariano Chiara Fumagalli (20:42). A livello societario comanda il CUS Pro Patria Milano davanti a Atletica Bergamo 1959 e Lecco Colombo Costruzioni.

 

ALLIEVI  – Nella prova degli U18 maschili è da sottolineare la cavalcata solitaria di Luca Alfieri (PBM Bovisio Masciago) che stravince sul tracciato di 5 km in 16:24, con ben 37” di vantaggio sul secondo classificato Riccardo Saletta (Cento Torri Pavia, 17:01). Terzo è il nome nuovo di Giovanni Carli (Atl. Chiari 1964Libertas, 17:07), che precede il fratello minore di Nadir, Alain Cavagna (Atl Valle Brembana, 17:11). Nella graduatoria a squadre guida la PBM Bovisio Masciago, davanti ad Atletica Rodengo Saiano e Atletica Cento Torri Pavia.

 

ALLIEVE – La gara U18 al femminile è decisa da un altro arrivo al cardiopalma: la spunta Katia Nana (Pol. Albosaggia, 15:06), davanti a Samantha Bertolina (Atl. Alta Valtellina, 15:07). Alle loro spalle ottima prova per Bianca Seregni (CUS Pro Patria Milano), terza in 15:11 dopo aver condotto le battute iniziali della gara. Buon quarto posto per Elisa Pastorelli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni, 15:14). A squadre primo posto per la Pol. Albosaggia davanti a Atl. Lecco Colombo Costruzioni e Atl Alta Valseriana.

 

Per quanto riguarda le classifiche a squadre della prima tappa del Gran Premio Lombardia, che coinvolge tutte le categorie dagli Allievi al settore Assoluto, guida tra gli uomini il CS San Rocchino davanti all’Atletica Valle Brembana e all’Atletica Lecco Colombo Costruzioni. Al femminile prima piazza del CUS Pro Patria Milano che supera Atletica Lecco Colombo e Bracco Atletica.

 

CADETTI – Nella gara di 2,5 km la spunta Stefano Pedrana (Gruppo Sportivo Orobico, 8:53), su Filippo Visioli (ASD Interflumina, 8:54) e Alessandro Felici (Atl Muggiò, 8:56).

 

CADETTE – Qui la prova era di 2 km e vede la vittoria di Irene Arlati (AS Merate Atletica, 6:58), davanti a Susanna Marsigliani (Atl Muggiò, 7:01) e Giulia Bellini (Free-Zone, 7:07).

 

RAGAZZI/E -  Successi su un percorso di 1200 metri per Gabriele Ferruzzi (Milano Atletica) al maschile e per Sofia Maria De Stefani (GP Valchiavenna) al femminile.

 

Nella classifica di giornata del Trofeo Lombardia “Memorial Volpi”, riservata alle categorie giovanili, guida al femminile la PBM Bovisio Masciago su Atletica Valle Brembana e GP Valchiavenna. Al maschile svetta il Pro Patria ARC Busto Arsizio, davanti all’Atletica Valle Brembana e all’Atletica Malnate.

 

Matteo Porro

(www.fidal-lombardia.it)