LA “GRANDE BELLEZZA” DELL’ATLETICA GIOVANILE: IL BILANCIO DI 3 GIORNI TRICOLORI

Chiuse tre lunghe giornate di gara (24 ore complessive su pista e pedane) la Lombardia sorride ripensando alla 50esima edizione dei Campionati Italiani Individuali Allievi/e ospitata dall’Arena di Milano. Le prestazioni dei portacolori delle società lombarde meritano più di una sottolineatura: il bottino finale parla di 15 ori, 6 argenti e 7 bronzi (75 il numero complessivo degli atleti nei primi otto). Più di tutto va però evidenziato un dato: le graduatorie stagionali alla vigilia parlavano di 17 leader lombardi nelle 40 specialità del programma e gli unici titoli a non essere arrivati sono stati quelli dei 400 ostacoli femminili (Ilaria Verderio ha scelto di correre i 400 piani) e dei 3000 femminili (Marta Zenoni, già regina di 800 e 1500, non poteva disputare - per regolamento - tre gare individuali). Ergo, gli alfieri lombardi non hanno sbagliato nulla, come ha anche lasciato intendere il presidente del Comitato Regionale Lombardo FIDAL Grazia Vanni: «È andata esattamente come ci auguravano, era davvero impossibile aspettarsi di più».

Anche il Comitato Regionale FIDAL Lombardia può sorridere: la macchina organizzativa è funzionata bene e sempre a pieno regime, come sottolineato anche dal DT delle Nazionali Giovanili Stefano Baldini che ha lodato la precisione dell’organizzazione. «Ho ancora negli occhi le immagini di tre giorni carichi di entusiasmo - il pensiero di Grazia Vanni -: l’allestimento dell’Arena è piaciuto molto, le scelte organizzative sono state apprezzate, un week-end così ha permesso a tutti di ammirare la bellezza dell’atletica giovanile». Il presidente del Comitato Regionale ha poi numerosi “grazie” da distribuire: «Allo staff organizzativo operativo all’Arena, ai consiglieri regionali FIDAL e soprattutto a tutti i volontari che hanno lavorato sul campo e sulle tribune e non solo per i tre giorni di gare». Dopo gli Assoluti individuali 2013 e la finale Oro dei Societari 2014 per il terzo anno consecutivo l’Arena ha ospitato una manifestazione “top” federale: «L’auspicio è di poter portare anche nel 2016 una competizione nazionale all’Arena» conclude Grazia Vanni.

 

 

TUTTI I PODI DEI LOMBARDI

 

MEDAGLIE D’ORO: 15

100M: Christian Bapou (Cento Torri Pavia). 200M: Christian Bapou (Cento Torri Pavia). 400M: Vladimir Aceti (Vis Nova Giussano). 110 ostacoli M: Marco Bigoni (Pro Sesto). 400 ostacoli M: Federico Cesati (Pro Sesto). 4x400 M: Cento Torri Pavia. 200 F: Alessia Pavese (Atl. Bergamo ’59 Creberg). 400 F: Ilaria Verderio (Pro Sesto). 800 F: Marta Zenoni (Atl. Bergamo ’59 Creberg). 1500 F: Marta Zenoni (Atl. Bergamo ’59 Creberg). Triplo F: Chiara Bertuzzi (Atl. I Gonzaga Mantova). Peso F: Sydney Giampietro (CUS Pro Patria Milano). Disco F: Sydney Giampietro (CUS Pro Patria Milano) 4x100 F: Bracco Atletica. 4x400 F: Bracco Atletica.

 

MEDAGLIE D’ARGENTO: 6

1500 M: Abdelhakim Elliasmine (Atl. Bergamo ’59 Creberg). 2000 siepi M: Samuele Nava (Atl. Lecco Colombo). Alto M: Andrea Motta (Atl. Bergamo ’59 Creberg). Peso M: Simone Bruno (Pro Sesto). Triplo F: Asia Lambrughi (Atl. Lecco Colombo). 4x400 F: Pro Sesto.

 

MEDAGLIE DI BRONZO: 7

3000 M: Ademe Cuneo (Cento Torri Pavia). 400 ostacoli M: Emmanuel Ihemeje (Cento Torri Pavia). 4x400 M: Pro Sesto. 2000 siepi F: Micol Majori (NA Fanfulla). Lungo F: Sofia Ronchetti (Ilpra Vigevano). 4x100 F: Nuova Atletica Varese. 4x400 F: Atletica Bergamo ’59 Creberg.

 

 

PIAZZAMENTI DEGLI ATLETI DELLA PROVINCIA DI SONDRIO:

  • Matteo Masolini (G.P. Valchiavenna): 8° nei 1500 m con il personal best di 4'04"15, 20° negli 800 metri con 1'58"73
  • Eleonora Fascendini (G.P. Valchiavenna): 24° nei 2000 siepi con 8'11"80 Belay Jacomelli (U.S. Bormiese): 26° nei 3000 metri con 9'20"22
  • Francesca Mariani (Pol. Albosaggia): 15° nel salto triplo con 10,98 metri

 


Ufficio Stampa Fidal Lombardia

Cesare Rizzi