INDOOR MORBEGNESE

TROFEO OSCAR CAP CON 130 ESORDIENTI

Tanto pubblico ma soprattutto tanti esordienti, ben 130 piccoli atleti dai 6 agli 11 anni, sabato 19 marzo u.s. nella palestra S. Antonio di Morbegno in occasione dell’indoor morbegnese. In cabina di regia, sempre efficienti e ben organizzati i numerosi volontari del G.S. CSI Morbegno che in 2 ore hanno proposte numerose prove per far scoprire divertendosi l’atletica: salto a rana, lancio inginocchiato, staffetta 4x1 giro di palestra per gli esordienti B/C in squadre miste (maschi e femmine) di 4 bambini; salto in lungo con velocità (23 metri), rincorsa breve e staffetta 3x1 giro di palestra per gli esordienti A in squadre divise tra maschile e femminile composte da 3 ragazzi. Entusiasmo e voglia di divertirsi alle stelle, ma il top si è raggiunto con la staffetta finale quando il tifo era veramente “da stadio”. Alla fine, niente classifica, ma per tutti un bellissimo e buonissimo uovo di Pasqua - offerto da Oscar Cap - premio molto gradito dai ragazzi che in questa terza e ultima prova indoor hanno dimostrato come il mondo dell’atletica in provincia di Sondrio sia più vivo che mai. “Un grosso ringraziamento al G.S. CSI Morbegno organizzatore di questa prova, ma anche a G.P. Santi Nuova Olonio e Polisportiva Albosaggia che hanno proposto le due prove precedenti – ha dichiarato il presidente della Fidal Sondrio Mauro Rossini – si dice sempre che l’atletica è la regina degli sport, questo perché i movimenti base dell’atletica – ovvero saltare, correre e lanciare – sono i movimenti base di tutti gli altri sport”. “Insegnare ai nostri ragazzi questi movimenti – continua Rossini – vuol dire fornirgli le basi per poi praticare in futuro lo sport in cui riusciranno meglio”. “Noi speriamo, nel nostro piccolo – conclude Rossini – di aver fornito loro qualche mattoncino solido su cui costruire il loro futuro sportivo e non solo”.