UN TROFEO VANONI DA VIVERE A 360°

Il conto alla rovescia è iniziato e l’emozione inizia a salire. Atleti locali che provano il percorso, le vetrine Crazy Idea e Rovagnati Carni che espongono i premi, la pagina Facebook aggiornata di continuo e il nuovo sito www.trofeovanoni.it da consultare per tutte le informazioni. Ormai è “febbre Vanoni” a Morbegno, in attesa del “mondiale delle foglie morte” che si correrà domenica 23 ottobre. Giovedì arriveranno gli atleti della Gran Bretagna – secondi lo scorso anno - che schierano Rob Hope, Ben Mounsey e Chris Farrell (2° quest’anno alla Snowdon Race); i francesi – vincitori lo scorso anno - saranno al via con Arnaud Bonin, Adrien Michaud e Fabien Demure, tutti e tre reduci dai Mondiali di Sapareva Banya. Venerdì sono attesi i gallesi Matthew Roberts, Russel Bentley e Gareth Hughes, mentre sabato arriveranno dalla Repubblica Ceca Jan Janu (6° quest’anno agli Europei), Robert Krupicka - 10° agli europei, ma conosciuto dai valtellinesi perché dominatore assoluto della skyrace Valmalenco-Valposchiavo -, Jan Mrazek, che ha partecipato ai Mondiali lunghe distanze, con gli esperti Roman Skalsky e Pavel Brydl a completare i due terzetti. Sabato è previsto l’arrivo degli irlandesi, per la prima volta al Trofeo Vanoni con la squadra nazionale, i due terzetti della Slovenia guidati da Miran Cvet e  la squadra di San Marino capitanata da Michele Agostini. A far da contrafforte ai titolati atleti stranieri, le migliori società italiane. In primis l’Atletica Valli Bergamasche, che torna al Vanoni dopo un anno di assenza, e che schiera il campione del mondo di corsa in montagna lunghe distanze Alessandro Rampaldini, Cesare Maestri (5° agli Europei) e Luca Cagnati (3° alla Snowdon Race), poi il G.S. Orobie, terzo lo scorso anno, con il recordman Alex Baldaccini (miglior tempo individuale negli ultimi 5 anni), il valtellinese Mirko Bertolini e il sempre competitivo Vincenzo Milesi. Attenzione anche a La Recastello Radici Group  con Fabio Ruga (14° ai Mondiali lunghe distanze), l’ardennese Francesco Della Torre e il forte Rolando Piana, senza dimenticare il G.S. Valchiese che con Vender e Filosi quest’anno ha già vinto le Marmitte dei giganti. Questi i sicuri protagonisti del 59° Trofeo Vanoni, gara internazionale a staffetta a 3 elementi, che si affronteranno sul tradizionale tracciato di 7250 metri (dislivello 435 metri) domenica 23 ottobre a partire dalle ore 14.00. Al mattino invece, con il via alle ore 11.00, il 33° Vanoni femminile (5 km con un dislivello di 248 metri) e qui è ovviamente attesa l’idolo di casa e vicecampionessa europea Alice Gaggi (La Recastello Group) che lo scorso anno chiuse al secondo posto dietro a una stratosferica Emmie Collinge. Alice dovrà vedersela con la compagna di squadra Samantha Galassi (terza lo scorso anno), l’amica/rivale Pavla Schorna (Repubblica Ceca) che quest’anno ha chiuso al 4° posto gli europei, ma attenzione anche alla giovane gallese Heidi Dent (terza juniores agli Europei), alle britanniche Heidi Dent e Lou Roberts, rispettivamente 2ª e 4ª alla Snowdon Race, alla francese Céline Jeannier e alle locali Roberta Ciappini e Arianna Oregioni. “Sono talmente tanti gli atleti di alto livello – spiega il presidente del G.S. CSI Morbegno Giovanni Ruffoni – che a citarli tutti si rischia di fare un lungo elenco che non mette degnamente in risalto i valori in campo”. “D’altronde se il Vanoni è stato battezzato “il mondiale delle foglie morte” ci sarà un motivo - continua Ruffoni - ed è proprio questo: dopo Europei e Mondiali i migliori interpreti della corsa in montagna tornano a sfidarsi a Morbegno. Per noi è un grandissimo orgoglio, anche perché tutti questi atleti vengono in primis per l’atmosfera, l’accoglienza e l’amicizia con cui li accogliamo”.

 

Per chi vuole seguire tutte le gare, oltre a tifare sul percorso ci sono varie possibilità: la diretta streaming dalle 9.00 alle 17.00 di domenica 23 ottobre sul sito www.gscsimorbegno.org, la cronaca in tempo reale sulla pagina Facebook del Trofeo Vanoni, lo speciale di tre pagine sul settimanale Centro Valle in edicola il 29 ottobre e lo speciale di 30 minuti che andrà in onda su TeleSondrioNews.

 

Ecco il programma completo del Trofeo Vanoni:

 

Sabato 22 ottobre 2016

Ore 15.00        Convegno “Allenare al femminile: la corsa in montagna in rosa” – Sala Boffi – Piazza S. Antonio

Ore 17.30        Sfilata atleti e squadre partecipanti da Piazza S. Antonio lungo via Vanoni fino al Monumento ai Caduti, deposizione corona d’alloro

Ore 18.00        S. Messa nella Collegiata di S. Giovanni Battista

 

Domenica 23 ottobre 2016

Ore 9.00          Partenza 39° Minivanoni.

Ore 11.00        Partenza 33° Trofeo Vanoni femminile.

Ore 12.00        Premiazioni 39° Minivanoni (zona arrivo)

Ore 14.00        Partenza 58° Trofeo Vanoni maschile

Ore 17.30        Premiazioni presso la Sala Ipogea – Complesso S. Giuseppe – via V Alpini