CROSS DI COLORINA: tra la neve l’Atletica Paratico vince i CDS Master

Roberta Ciappini
Roberta Ciappini

2002 Marathon Club e CSI Colorina sono due società abituate a fare il massimo nell’organizzazione delle gare e non si sono assolutamente lasciate impaurire dalla neve che, caduta copiosa settimana scorsa, nel versante orobico non solivo si è ben conservata fino a questo weekend. Ecco quindi che la giornata di sabato è stata dedicata dai volontari, con l’indispensabile supporto del Comune, a sgomberare il percorso dal manto bianco, per regolare ai 500 atleti iscritti al 2° Cross di Colorina un percorso veloce e tutto da spingere, rigorosamente con le chiodate ai piedi per evitare qualche scivolata sul ghiaccio. In palio i CdS master di cross in prova unica dove la favorita della vigilia era ovviamente l’Atletica Paratico, reduce da un 2018 in cui si è accaparrata praticamente tutti i titoli regionali nei master. anche il 2019 è partito nel migliore dei modi poiché, classifiche alla mano, a Colorina si è imposta sia livello maschile sia a livello femminile. La storica rivale Atletica di Lumezzane ha dovuto accontentarsi di due medaglie d’argento, mentre il gradino più basso del podio è per il GS CSI Morbegno tra le donne e l’Atletica Rebo Gussago tra gli uomini.

Prima gara in programma, domenica 10 febbraio, quella femminile di 4 km con le due azzurre della corsa in montagna Roberta Ciappini (La Recastello Radici Group) ed Elisa Sortini (Atl. Alta Valtellina) a fare il ritmo in testa, seguite dalla junior Katia (Pol. Albosaggia), dall’azzurra del cross Patrizia Tisi (già campionessa italiana Assoluta nel cross nel 2003, 2004 e 2005, nonché vincitrice del titolo regionale settimana scorsa a Pavia), dall’evergreen del CSI Morbegno Cinzia Zugnoni (il giorno prima laureatasi campionessa regionale indoor nei 1500 metri), dalla campionessa del mondo master di corsa in montagna Nives Carobbio (Atl. Paratico). Sul traguardo piomba per prima Roberta Ciappini (cat. Seniores/12’57”), a 6 secondi Elisa Sortini (prima delle master 35), a 45 secondi Patrizia Tisi (prima delle master 45). Insieme alle donne hanno gareggiato anche i master 60 e oltre, il migliore è stato Lino Cicci (Atl. Paratico/13’52”), seguito da Pier Alberto Tassi (Atl. Lumezzane/14’13”) e Guerino Ronchi (Atl. Lumezzane/14’47”).

Spazio poi alla gara maschile di 6 km. Qui la sfida è ovviamente tra gli atleti più giovani ovvero il senior Marco Leoni (GS CSI Morbegno) e i tre moschettieri della Polisportiva Albosaggia Stefano Bonomi Boseggia e i gemelli Steffanoni. Sono loro quattro a tirare il gruppo e alla fine restano il capitano del CSI Morbegno e lo junior orobico a battagliare a suon di cambi di ritmo. Ce la mette tutta Leoni per staccare il giovane Bonomi Boseggia, ma non c’è niente da fare, l’allievo di Ivan Murada risponde ad ogni attacco e con una bella zampata finale si presenta per primo sul traguardo con il crono di 18’15”. Leoni è secondo in 18’26”, Saverio Steffanoni terzo in 18’30”, mentre Matteo Franzi (GS CSI Morbegno/18’35”) e Cristian Menghi (GS Valgerola/18’37”) completano la top five.

Archiviate le gare assolute e master è stata la volta delle gare provinciali per il settore giovanile valide anche per il Trofeo Creval. Negli esordienti 10 Matilde Svanella (GS Valgerola)  precede d’un soffio Tabatha Spini (GP Talamona) e Matilde Paggi (GP Valchiavenna), mentre nei pari età maschili vince ancora Filippo Bertazzini (Pol. Albosaggia) lasciando i restanti gradini del podio a Mattia Sutti (GS Valgerola) e Franesco Spinetti (GP Talamona). Nelle ragazze Denise Baroli (GS CSI Morbegno) stacca Marika Branchini (GP Talamona) e Melissa Bertolina (Atl. Alta Valtellina). Nei ragazzi Manuel Zanini (Atl. Gavirate) è una spanna sopra tutti, sul podio salgono anche il compagno di squadra Riccardo Ambrosio (3°) e Daniele Ciaponi (GP Talamona/2°). Bella sfida nelle cadette dove la progressione di Maria Gusmeroli (GP Talamona) la porta alla vittoria ai danni di Elena Galli (GP Valchiavenna) e Letizia Maiolani (US Bormiese). Nei cadetti dominio dei diavoli rossi grazie a Francesco Bongio e Leon Bordoli, con Giacomo Ciaponi (GP Talamona) che si porta a casa la medaglia di bronzo.