GRANDE FINALE PER LA PISTA ALLA CASTELLINA

Tappa conclusiva del circuito di gare di atletica leggera in pista giovedì 27 settembre a Sondrio, alla Castellina, grazie all’organizzazione della Polisportiva Albosaggia con la 6ª riunione provinciale e 11ª prova del Trofeo Giovanile Credito Valtellinese. In realtà gli ultimi protagonisti saranno gli esordienti A/B/C a Sondalo il 13 ottobre, oltre al 2° Miglio della Brisaola in programma il 6 ottobre a Chiavenna, ma per quanto riguarda i titoli provinciali, gli ultimi sono stati assegnati giovedì. Per la categoria ragazzi e ragazze ci sarà poi l’occasione di partecipare con la rappresentativa provinciale al Trofeo delle province su pista domenica 7 ottobre a Casalmaggiore (CR). La serata al campo CONI si è subito infiammata con la gara dei 100 metri: lo junior Simone Tarchini (Atl. Lecco) è sceso sotto il muro degli 11 secondi facendo segnare il nuovo primato personale con 10”87 (tempo manuale). Alle sue spalle in quattro sotto i 12 secondi: Stefano Gabrielli (GS Chiuro/11”10), Giorgio Gianatti (ADM Ponte/11”50), Fabio Balatti (Atl. Lecco/11”67) e Matteo Berno (GP Santi/11”97). Nel salto in lungo ragazzi/e Sofia Paganoni (CO Piateda) è atterrato a 4,05 metri e Matteo Pedranzini (US Bormiese) a 4,54 metri. Daniele Lanzini (CO Piateda) si è portato a casa due vittorie nella categoria ragazzi: nel salto in alto valicando l’asticella a 1,46 metri e nel getto del peso da 2 kg scagliando l’attrezzo a 11,58 metri. Sempre nel peso la migliore delle ragazze è stata Elena Galli (GP Valchiavenna) con la misura di 8,40 metri. Nei 1000 metri cadette Milena Masolini (GP Valchiavenna) ha fatto il vuoto e ha vinto in 3’07”10, mentre Davide Curioni (GP Santi) ha vinto tra i cadetti con il crono di 2’52”00 (nuovo primato personale).

Gran finale con i 3000 piani. Nella gara in rosa l’evergreen Cinzia Zugnoni (GS CSI Morbegno), reduce dai Campionati mondiali master, si è imposta in 10’50”86, mettendo dietro la ben più giovane Katia Nana (30 anni di differenza tra le due) della Polisportiva Albosaggia che ha chiuso in 10’51”64; terzo gradino del podio per la master 40 Debora Dell’Andrino (GP Santi/11’00”02). L’esito delle due serie maschile porta il nome di Daniele Molatore (GP Santi), unico a scendere sotto i 9 minuti, che ha fermato il cronometro a 8’54”89 distanziando il campione regionale della 10 km Saverio Steffanoni (Pol. Albosaggia/9’05”57) e l’azzurro di corsa in montagna Alessandro Rossi (AS Lanzada/9’07”48).

“Questa ultima riunione in pista è stata molto partecipata, soprattutto per quanto riguarda il settore giovanile, ottimamente organizzata dalla Polisportiva Albosaggia e con gare belle da vedere e appassionanti – questo il commento del presidente della Fidal Sondrio Giovanni Del Crappo – Quest’anno le riunioni in pista sono aumentate, ma ci piacerebbe che fossero di più, soprattutto per dare la possibilità a tanti ragazzi di cimentarsi nelle varie discipline, di misurarsi e di divertirsi in un contesto molto positivo”. “L’impegno delle 22 società sportive affiliate FIDAL in provincia è stato grande e quindi vorrei fare un plauso ai loro dirigenti e volontari che rendono possibile tutto questo – continua Del Crappo – oltre a un doveroso ringraziamento ai giudici di gara senza i quali tutte queste manifestazioni non sarebbero possibili”.

Facendo un’analisi dell’impiantistica Del Crappo puntualizza: “Purtroppo una difficoltà che riscontriamo in valle è la carenza di impianti necessari per la pratica dell’atletica leggera su pista. Confidiamo che nel medio periodo qualche nuovo impianto possa nascere, ma soprattutto che sia possibile utilizzare al meglio gli impianti esistenti. Sicuramente ci sono margini di miglioramento per l’utilizzo dell’impianto di Sondrio, ove giovedì sera si è manifestato qualche problema di tipo logistico”. Da sottolineare che le gare di Sondrio e quelle di domenica scorsa a Chiuro sono state un banco di prova importante per preparare e scegliere gli atleti della categoria ragazzi e ragazze che domenica 7 ottobre parteciperanno con la maglia della Fidal Sondrio al Trofeo delle province.