CAMPIONATI ALLIEVI SU PISTA: A RIETI Patrick Olcelli è bronzo nel getto del peso

Stadio Raul Guidobaldi di Rieti vestito a festa per la 53esima edizione dei Campionati italiani allievi/e su pista organizzati dal 15 al 17 giugno dall’Atletica Studentesca Andrea Milardi.

Il volto giovane della nostra atletica, il volto bello, emozionante, carico di voglia di fare di 1678 giovani di 16 e 17 anni (nel dettaglio 868 donne e 810 uomini) impegnati in pista e pedane per la conquista di una medaglia, di una maglia tricolore o di un primato personale.

E la Valtellina applaude i suoi 8 atleti in gara in rappresentanza di GP Santi Nuova Olonio, GP Valchiavenna, Polisportiva Albosaggia e US Bormiese.

Ma soprattutto applaude Patrick Olcelli che conferma tutto il suo talento andando a vincere la medaglia di bronzo nel getto del peso, al primo anno di categoria, dopo che lo scorso anno si è laureato campione italiano tra i cadetti. Nel secondo gruppo di qualificazione Olcelli scaglia l’attrezzo da 5 chili a 16,06 metri e si qualifica con la quinta miglior misura, lui che ha un personale di 16,89 metri ottenuto nel meeting di Chiari un paio di settimane fa. La finale lo vede iniziare con qualche titubanza e la misura di 15,50 metri, ma poi si scatena con 16, 36 metri e 16,68 metri (la misura migliore che gli regalerà la medaglia di bronzo), 16,31 metri, un nullo e in chiusura 15,86 metri. I primi due sono lontani: Carmelo Alessandro Musci ha nel braccio i 19-20 metri e si laurea campione italiano con la misura di 20,02 metri, Riccardo Ferrara è argento con 18,87 metri. Olcelli è il primo “degli umani” con 16,68 metri e la sua storia, di giovane atleta-studente di Bormio che si allena senza una vera e propria pedana, parla di un miglioramento costante, tant’è che dai 14,29 metri ottenuti a Milano a inizio anno arriva a 16,89 metri ottenuti a Chiari il 2 giugno, parla di tanto impegno e tanti sacrifici, parla di passione e supporto continuo da parte dell’Unione Sportiva e del tuo tecnico Giuliano Giacomella.

Altri valtellinesi e valchiavennaschi in gara e altre storie di sudore, impegno e fatica.

Negli 800 metri allieve Anna Tosarini (GP Santi) si ferma al turno di qualificazione con il crono di 2’21”69, così come la compagna di squadra Gabriela Martelli che in altra batteria ferma il cronometro a 2’20”20 (nuovo personal best). Martelli bissa l’impegno agonistico gareggiando nei 1500 metri: il suo tempo di 5’09”44 la posiziona al 51° posto, lontano dal suo primato personale. Tosarini invece bissa con i 400 metri e chiude nelle qualificazioni con 1’00”49.

Il GP Valchiavenna schiera 4 atleti: 2 negli 800 metri e due nei 2000 siepi. Gabriele Biavaschi negli 800 metri allievi in qualificazione ottiene 1’59”37 (19° tempo) e Gianluca Nesossi 2’05”09 (50° tempo); Nicola Fumagalli nei 2000 siepi allievi, gareggiando nella serie più veloce, è complessivamente 14° in 6’25”70 e la compagna di squadra Alessandra Succetti, sulla stessa distanza, 25esima con il crono di 8’01”58.  Anche Stefano Bonomi Boseggia (Polisportiva Albosaggia) ha gareggiato nella serie più veloce e si è ben difeso chiudendo in 9’11”54 la gara dei 3000 metri, 17° tempo complessivo.

Per alcuni dei nostri atleti in gara le aspettative, anche sulla base del primato personale stagionale, erano forse un po’ più alte, ma i campionati italiani sono sempre una prova difficile da affrontare e, indipendentemente dal risultato, un’esperienza importante nel bagaglio di un giovane atleta.