57° TROFEO VANONI. A Morbegno trionfa la Francia

Francia dominatrice del Trofeo Vanoni. Per la seconda volta (la prima fu nel 2010) l’equipe transalpina del tecnico Jean Claude Louison fa suo l’ambito Trofeo Vanoni. Una gara emozionante quella vissuta domenica 26 ottobre u.s. a Morbegno (SO) sui sentieri orobici che dal centro cittadino portano ad Arzo e ritorno. In prima frazione Alex Baldaccini ha fatto subito la voce grossa dimostrando di essere tornato sui suoi livelli in una gara che ne esalta le capacità. Il portacolori del G.S. Orobie ha cambiato per primo in via Vanoni con il miglior tempo di giornata (29’27”), tallonato da Luca Cagnati (Atletica Valli Bergamasche/29’43”) e Cedric Fleureton (Francia/29’46”). Ma in seconda frazione la Francia mette subito la freccia con Arnaud Bonin che prende solidamente il comando. Dietro tiene il sondalino Massimiliano Zanaboni (Atletica Valli Bergamasche) mentre Martin Dematteis (Podistica Valle Varaita) recupera posizioni su posizioni dopo la prima frazione di Manuel Solavaggione e arriva terzo al traguardo a passare il testimone al fratello Bernard. In terza frazione Julien Rancon (già vincitore tre volte a livello individuale al Vanoni) incrementa ancora il vantaggio correndo in 29’40” e tagliando per primo il traguardo. Per la Francia un tempo complessivo di 1h29’41”, alle loro spalle la Podistica Valle Varaita (1h30’50”), terzo gradino del podio per l’Atletica Valli Bergamasche (1h31’43”) che in terza frazione ha schierato Xavier Chevrier. A seguire la Slovenia, il G.S. Orobie squadra A, la Gran Bretagna – Snowdon Race Team, il G.S. Orobie squadra B, il Galles squadra A, la Repubblica Ceca La Sportiva Team e il Point Saint Martin squadra A. Per i padroni di casa del G.S. Morbegno Rovagnati Autotorino 11° posto finale con super gara e nuovo personale best di Marco Leoni (31’02”). Il criterium internazionale under 23 è andato ad Heidi Davies (Galles) e Massimo Farcoz (Pont Saint Martin). “Siamo più che felici – ha dichiarato al traguardo il capitano della Francia Julien Rancon – il Trofeo Vanoni è una gara eccezionale, non venivamo sempre volentieri e riuscire a vincerlo per la seconda volta è per me una grande soddisfazione”. “Oggi la Francia aveva una squadra veramente forte – gli fa eco Xavier Chevrier dell’Atletica Valli Bergamasche – noi speravamo di vincere la terza volta ma ci è andata male. Ci riproveremo l’anno prossimo”. “Il Trofeo Vanoni ha un pubblico come in si trova in nessun’altra gara – ha spiegato nel dopo gara il campione europeo Bernard Dematteis – noi ce l’abbiamo messa tutta ma non siamo riusciti a vincere. Il livello era altissimo e siamo comunque la prima squadra italiana”. “La cosa più bella del Vanoni – continua Dematteis – è l’amicizia, la passione, la condivisione di uno sport faticoso ma di grande soddisfazione come la corsa in montagna. Noi siamo avversari durante la competizione, ma amici fraterni subito dopo”.

 

31° VANONI FEMMINILE: ALICE GAGGI SUPERSTAR

Alice Gaggi (Runner Team ’99)) torna a vincere davanti al pubblico di casa e lo fa con un tempo eccezionale: 21’48”, a soli 7 secondi dal record di Anna Pichrtova e Pavla Schorna. Schorna (Repubblica Ceca) che era in gara quest’anno e che si è dovuta accontentare della seconda posizione con il tempo di 21’59”. Gradino più basso del podio per l’irlandese Sara McCormack (Snowdon Race Team/22’21”) autrice di una grande rimonta in salita. A chiudere la top ten Samantha Galassi (La Recastello Radici Group) e Charlotte Morgan (Scozia – Snowdon Race Team). “Vincere al Trofeo Vanoni è qualcosa di eccezione – ha dichiarato Alice Gaggi – il pubblico ti sostiene ad ogni passaggio lungo il percorso e quindi si è quasi sospinti nel dare il massimo. Non pensavo di riuscire a correre così forte dopo una stagione lunga e impegnativa”.

 

37° MINIVANONI: POKER DELL’A.S. LANZADA

Una Sportiva Lanzada imbattibile fa suo, per la quarta volta il Mivanoni – Targa Mons. Danieli davanti a G.P. Valchiavenna e Polisportiva Albosaggia. Gare affollate, emozionanti e agguerrite dove si sono messi in risalto Milena Masolini (G.P. Valchiavenna) e Mattia Tacchini (G.P. Talamona) negli esordienti, Francesca Gianola (Premana) e Andrea Gianola (Premana) nei ragazzi, Elisa Peretti (U.S. Bormiese) e Belay Jacomelli (U.S. Bormiese) nei cadetti, Micol Majori (Nuova Atletica Fanfulla Lodigiana) e Luca Cantoni (U.S. Bormiese) negli allievi. “E’ stato un grande Trofeo Vanoni – ha detto il presidente del G.S. CSI Morbegno Giovanni Ruffoni a fine giornata – come società siamo stati la migliore della provincia”. “Con 900 atleti in gara, un percorso perfetto e tantissimo pubblico siamo pienamente soddisfatti – ha concluso – grazie alle numerose autorità presenti, agli enti patrocinanti, agli sponsor, ad atleti, società, volontari e al pubblico sempre caloroso e partecipe”.

 

Per rivivere le emozioni del Trofeo Vanoni da non perdere lo speciale su TeleSondrioNews (canale 172 del digitale terrestre) il 5, 6, 7 novembre alle ore 20.30.