CAMPIONATI ITALIANI 100KM MASTER: Oro per Carluccio Bordoni nei MM60

Giornata quasi estiva per la Cento Chilometri di Seregno-TrofeoItalsilva firmata dalla Runners Desio attraverso i comuni di Seregno, Cabiate, Giussano, Verano Brianza e Carate Brianza. La prova, valida come campionato italiano Assoluto e Master della specialità, fascia di tricolore Assoluto un atleta esperto e dal significativo palmares in maratona come Alberico Di Cecco: il quasi quarantenne atleta abruzzese del Gs Vini Fantini by Farnese si impone con il crono di 6h47:43 al termine di un vero e proprio assolo che lo vede staccare di quasi 40 minuti la medaglia d’argento. Di Cecco è nato il 19 aprile 1974: nel suo curriculum la maglia azzurra ai Mondiali 2001 e 2003 e ai Giochi olimpici 2004 e il successo nella maratona di Roma 2005 con il PB a 2h08:02, oltre a una vicenda-doping che lo coinvolse nel 2008 e che gli costò due anni di squalifica.

 

Il secondo classificato è Valerio Conori, portacolori del Gp Corno Giovine: il corridore della Bassa lodigiana, già messosi in luce alla Cento Chilometri delle Alpi nel 2013, chiude in 7h26:24 ed è il miglior lombardo. Il bronzo va invece a Marco Lombardi (Libertas Runners Livorno) con 7h31:16, mentre la quarta posizione è del secondo lombardo, Daniele Baranzini (Road Runners Club Milano), con un tempo complessivo appena sotto le 8 ore (7h59:35).

 

Subito dietro invece ecco il duello per il titolo femminile Assoluto raccontato dallo speaker Giampietro Boscani: Barbara Cimarrusti dell’Atletica Futura di Pontassieve precede di due minuti esatti (8h13:03 contro 8h15:03) Cristina Pitonzo (GS Maiano); terza Emanuela Tonetti (Atl. Futura) con 8h34:12. La prima atleta tesserata per una società lombarda è Maria Ilaria Fossati (Road Runners Club Milano) con 10h09:34.

 

In ambito Master i lombardi raccolgono tre titoli nazionali, sei argenti e cinque bronzi. Detto di Conori e Baranzini secondo e terzo dietro Di Cecco tra gli M40 ecco gli altri podi.

 

ORO: Simonetta Castelli (Altitude Race, F50) 11h47:34, Stefano Bognini (Bigacc de Ela, M50) 8h50:03, Carluccio Bordoni (2002 Marathon Club, M60) 9h27:50.

 

ARGENTI: Piero Fiordi (Amici dello Sport Briosco, M60) 9h40:24, Roberto Guglielmana (Gp Valchiavenna, M50) 9h46:11, Maurizio Tagliabue (Canturina San Marco, M55) 9h08:19, Vincenzo Mason (Atl. Campo Giuriati, M70) 13h50:39, Wilma Repetti(Gp Casalese, F50) 12h25:46.

 

BRONZI: Maurizio Tarchini (Happy Runners Club, M55) 10h16:27, Marcello Spreafico (Atl. Lago del Segrino, M35) 9h29:26, Luca Morstabilini (Soresina Running Club, M45) 8h35:25, StefanoGiannetti (Road Runners Club Milano, M50) 9h58:01.

 

Cesare Rizzi

Addetto stampa CRL Fidal Lombardia

 

 

Per il sondriese Carluccio Bordoni, già campione mondiale master nel 2012, è l'ennesimo titolo italiano che va ad arricchire il suo notevole palmares; a Seregno ha chiuso al 28° posto assoluto  e 1° nei master 60 con il tempo di 9h27"50, in gara anche Roberto Guglielmana (G.P. Valchiavenna) 37° assoluto e 2° nei master 50 con il tempo di 9'46"11" e Luciano Ferrari (Marathon Club Alta Quota Livigno) che ha coperto i 100 km in 12h20'44". "Ero accompagnato da mia moglie e dai miei amici Peppo, Alberto ed Alessandro - ha raccontato Carluccio Bordoni - devo dire che a fatica ho riconquistato il titolo italiano, per 60 km ho corso in scioltezza poi per via del caldo e dell'umidità presenti ho cominciato a calare il ritmo".