17° CROSS DELLA BOSCA: Enzo Vanotti, Cinzia e Graziano Zugoni profeti in patria

Solo la pioggia, che non ha cessato un attimo di cadere durante tutta la giornata, ha guastato la festa del cross che è andata in scena a Morbegno, nella frazione di Campovico per essere precisi, domenica 16 febbraio 2014 grazie all’organizzazione del G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino. Più di 500 atleti hanno gareggiato sul tecnico e muscolare tracciato ricavato all’interno dell’area protetta del Parco della Bosca, dandosi battaglia per la conquista dei titoli regionali master e portare punti alle classifiche di società. Prime al via le master femminili, impegnate sui 4 km, a dettare legge la polivalente atleta di casa Cinzia Zugnoni, già campionessa italiana master di corsa campestre nel 2013, ha condotto la gara in testa dal primo all’ultimo metro, tagliando vittoriosa il traguardo con il tempo di 16’47” e conquistando il titolo di campionessa regionale nelle master 40, alle sue spalle Monia Acquistapace (G.P. Santi Nuova Olonio), sempre della categoria master 40, sul gradino più basso del podio Cristina Bonacina (G.P. Talamona Comosystemi Malugani) che ha vinto il titolo nelle master 35, le altre campionesse regionali sono Giovanna Cavalli (Runners Bergamo) nelle master 55, Michela Trotti (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino) nelle master 45, Lopes Donzilia Cardoso (Atletica Erba) nelle master 50, Zita Rogantini (G.P. Valchiavenna) nelle master 60, Annarosa Combi (G.P.Talamona Comosystemi Malugani) nelle master 65. Raggruppati in due gare i master maschili, prima i “meno giovani” dai 50 in su, dove c’è stata una bella sfida tra Franco Togni (Runners Bergamo) e Enzo Vanotti (A.S. Lanzada), alla fine l’ha spuntata il malenco, già vincitore quest’anno al Campaccio, che ha tagliato il traguardo dopo 21’13”, conquistando così il titolo di campione regionale nei master 50, il bergamasco Togni si è dovuto accontentare del 2° posto con un distacco di 35”, bronzo per Mario Farina (Daini Carate Brianza) anche lui master 50. Gli altri titoli regionali master sono andati a: Aurelio Moscato (Polisportiva Libertas Cernuschese) nei master 60, Paolo Gatti (Daini Carate Brianza) nei master 55, Andrea Nozza (Atletica Pozzolengo) nei master 65, Costante Ciaponi (G.P. Talamona Comosystemi Malugani) nei master 70, Rocco Valli (Atletica La Torre) nei master 75. Nella gara dei master 35, 40 e 45, battaglia tra i due master 40 Graziano Zugnoni e Stefano Pini, con il capitano dell’ADM Melavì Ponte che l’ha spuntata per 4” sul portacolori dell’U.S. Bormiese e si è portato a casa il titolo regionale, altri “titolati” sono stati: Roberto Pedroncelli (G.P. Santi Nuova Olonio) nei master 45 e Matteo Tarabini (G.S. Valgerola Ciapparelli) nei master 35. Si è poi passati alle gare giovanili: dopo l’entusiasmo dei 48 esordienti B/C sono partiti gli esordienti A, dove si sono imposti Mattia Tacchini (G.P. Talamona Comosystemi Malugani) e Serena Barini (G.P. Santi Nuova Olonio). Nelle ragazze ennesima vittoria per la fortissima Anna Tosarini (G.P. Santi Nuova Olonio) davanti a Samantha Bertolina (U.S. Bormiese) e Camilla Ricetti (Atletica Alta Valtellina). Nei pari età maschili si è imposto il figlio e fratello d’arte Alain Cavagna (Atletica Valle Brembana) su Gianluca Nesossi (G.P. Valchiavenna) e Alessandro Rossi (A.S. Lanzada). Nelle cadette gradino più alto del podio per Elisa Martinalli (G.S. Valgerola Ciapparelli) e arrivo al fotofinish per Alice Testini (C.O. Piateda Sofina Arte della Pasta) e Gaia Del Grosso (G.P. Valchiavenna). Nei cadetti Belay Jacomelli (U.S. Bormiese) si è preso la rivincita su Matteo Masolini (G.P. Valchiavenna), gradino più basso del podio per l’altro bianco-blu Luca Molteni. Nelle allieve bella prova per Camilla Paracchini (Polisportiva Albosaggia) che ha vinto davanti a Eleonora Fascendini (G.P. Valchiavenna) e Stefania Bulanti (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino). Negli allievi il bormino Luca Cantoni l’ha spuntata sui due portacolori dell’A.S. Lanzada Nicholas Corlatti e Christian Dell’Agosto. Nelle junior femminili, impegnate sui 5 km, netta vittoria per la stella del G.S. Valgerola Ciapparelli Alessia Zecca che ha inflitto un distacco di 1 minuto e 26 secondi alla seconda classificata Elisa Nesossi (G.P. Valchiavenna), gradino più basso del podio per Diana Gusmini (Bracco Atletica). Nei pari età maschili, tripletta per l’Atletica Valle Brembana con l’azzurro Nadir Cavagna sul gradino più alto del podio, Andrea Della Rodolfa e Nicola Bonzi sui restanti. Nelle senior donne, che hanno dovuto affrontare 7 km, Elisabetta Manenti (ABC Progetto Azzurri) ha dominato infliggendo distacchi importanti a Elisa Sortini (G.P. Talamona Comosystemi Malugani) e Angela Serena (Free-Zone), prima delle promesse Sara Lhansour (G.S. Valgerola Ciapparelli). A chiudere la lunga giornata agonistica la gara assoluta maschile di 10 km dove il sondalino accasato all’Atletica Valli Bergamasche Leffe Massimiliano Zanaboni ha avuto vita facile e ha tagliato per primo il traguardo con il tempo di 33’56”, a quasi un minuto il secondo classificato, il locale Stefano Sansi (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino) e terzo gradino del podio per Valerio Bendotti (Atletica Valle Brembana), primo delle promesse il bianco-rosso Fabio Bulanti. A livello di società, il Trofeo AVIS Morbegno è andato, per la prima volta in 17 edizioni, al G.S. Valgerola Ciapparelli, mentre nel Gran Premio Lombardia il G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino ha consolidato la leadership nella classifica maschile e è salito al primo posto anche in quella femminile. “E’ andato tutto per il meglio – queste le dichiarazioni a caldo del presidente dei diavoli rossi Giovanni Ruffoni – ringrazio tutti i volontari, dalla Protezione Civile agli amici dell’AVIS-AIDO di Morbegno, agli enti pubblici e sponsor che ci hanno sostenuto e permesso di organizzare un ottimo 17° Cross della Bosca”. “Peccato solo per il tempo – conclude Ruffoni – purtroppo la pioggia ha rovinato un po’ la festa, ma il percorso ha comunque retto al passaggio di tanti atleti. Domani saremo ancora impegnati con i Campionati studenteschi di corsa campestre”. Presenti alle premiazioni i consiglieri regionali Fidal Lombardia Ettore Brolo e Alberto Rampa, il presidente del Comitato provinciale Fidal Sondrio Mauro Rossini e l’assessore comunale Stefano Ciapponi.