ITALIANI CORSA IN MONTAGNA A STAFFETTA: Tris per gli atleti valtellinesi a Malonno. Vincono Zugnoni-Trotti, Pizzati-Miotti-Giaoncelli e Desco-Compagnoni

Cinzia Zugnoni e Manuela Trotti
Cinzia Zugnoni e Manuela Trotti

 

Tripletta di titoli per la bormina d’adozione Elisa Desco (Atletica Alta Valtellina) che, dopo la vittoria del campionato individuale di corsa in montagna e quello di lunghe distanze, ha conquistato anche quello a staffetta in coppia con la giovane Elisa Compagnoni domenica 6 ottobre u.s. a Malonno (BS). La Desco, recente medaglia di bronzo ai Mondiali in Polonia, ha fatto segnare il miglior tempo di giornata con 23’50”, prendendosi la rivincita sulla campionessa del mondo Alice Gaggi che, orfana della compagna Valentina Belotti, ha corso individualmente la prima frazione con il tempo di 24’15”, con nelle gambe però la vittoria conquistata il giorno prima alla Smarna Gora Race. Valtellina rosa sugli scudi anche con il titolo italiano master A di Cinzia Zugnoni e Michela Trotti (G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino) che hanno bissato il tricolore ottenuto lo scorso anno al Trofeo Vanoni. Nella gara maschile non sono mancate le emozioni grazie soprattutto al duello tra Atletica Valli Bergamasche e Podistica Valle Varaita. I gemelli Dematteis erano in gran giornata (loro i migliori due crono: 29’03” e 29’07”) e insieme al compagno di squadra Manuel Solavaggione hanno soffiato il titolo al terzetto di Privato Pezzoli. Se al termine della seconda frazione i giochi sembravano fatti, ci ha pensato Martin Dematteis a sovvertire il pronostico e recuperare secondi su secondi ad un Massimiliano Zanaboni che ha dato tutto quello che aveva. Il sorpasso è avvenuto a 500 metri dall’arrivo tra il fragore di una folla entusiasta. Medaglia di bronzo per la sempre competitiva Orecchiella Garfagnana con Gallo, Mosca e Abate che a Malonno vinse nel 2006 il tricolore. Appena giù dal podio il G.S. Orobie trainato da Alex Baldaccini che ha inevitabilmente accusato la stanchezza dopo il terzo posto del giorno prima in terra slovena. Ma spazio non solo al settore assoluto, anche i master sotto i riflettori, in particolari i master A che hanno portato un altro titolo in Valtellina: Cristian Pizzati, Emanuele Miotti ed Enrico Gianoncelli hanno regalato al G.S. CSI Morbegno IVC Rovagnati Autotorino il secondo titolo italiano della giornata. “Grandissima giornata per il CSI Morbegno - ha dichiarato un euforico Giovanni Ruffoni presidente dei diavoli rossi – oltre ai due titoli nei master A abbiamo conquistato anche il 2° posto nella classifica di società maschile alle spalle dell’Atletica Valli Bergamasche e il 4° posto in quella femminile”. “Ciò ci ha permesso di vincere la combinata” ha concluso Ruffoni.

 

E per la rivincita tutti gli atleti sono invitati al Trofeo Vanoni il 26 ottobre a Morbegno, perché la stagione della corsa in montagna non è ancora finita.