TROFEO 373. Festa per gli esordienti e per la Polisportiva Albosaggia a Morbegno

Grande festa per tutti gli esordienti che hanno partecipato sabato 25 maggio u.s. al 3° Trofeo 373 ottimamente organizzato dal G.S. CSI Morbegno Rovagnati Autotorino al Campo sportivo “A. Toccalli” di Morbegno. In gara 130 ragazzini dai 6 agli 11 anni che si sono dati battaglia in varie prove: percorso e giro di pista per gli esordienti B/C, vortex, 40 ostacoli e giro di pista per gli esordienti A. Giro di pista che, nel caso dell’impianto della bassa valle, misura esattamente 373 metri e non i canonici 400, senza dimenticare poi che il fondo non è il tartan o lo sportflex che gli atleti sono soliti trovare sulle piste vere, ma una più datata e vintage terra rossa. Ma poco importa, perché le prove in pista per esordienti, promosse dalla Fidal Sondrio con la collaborazione delle società locali, ha lo scopo di utilizzare proprio quegli impianti che, per vari motivi, non sono omologabili e quindi non utilizzabili per prove di campionato provinciale, ma comunque ampiamente sfruttabili per manifestazioni promozionali riservare alle categorie giovanili. Chi più ha festeggiato, al Trofeo 373, è sicuramente la Polisportiva Albosaggia, realtà nascente nel panorama dell’atletica provinciale, che ha vinto nella classifica di società con 370 punti davanti al G.S. Valgerola Ciapparelli (290 punti) e al G.P. Santi Nuova Olonio (210 punti). Incontenibile l’entusiasmo dei ragazzi di Ivan Murada che sono saliti in massa sul gradino più alto del podio. A livello individuale, negli esordienti A hanno vinto Anna Tosarini (G.P. Santi Nuova Olonio), davanti a Laura Valena e Sofia Bottà, entrambe del G.S. Valgerola Ciapparelli, e Mattia Tacchini (G.P. Talamona Comosystemi Malugani), davanti a Nicola Fumagalli (G.P. Valchiavenna) e Andrea Parolo (C.O. Piateda Valtellina Gas). “Un grazie di cuore a tutti gli atleti, ai giudici di gara, alle società e ai genitori che hanno partecipato non solo al Trofeo 373, ma anche alla prova di Regoledo e a quella indoor di Albosaggia – ha dichiarato durante le premiazioni il presidente Fidal Sondrio Rocco Ruffoni – vedere tanto entusiasmo e tanta passione fa bene alla nostra atletica”. “Il prossimo appuntamento – ha concluso Ruffoni – sarà la prova di Sondalo in autunno”. La cosa più importante che i ragazzi si sono portati a casa è l’aver vissuto una giornata spensierata tra corse, salti e lanci confrontandosi lealmente con i pari categoria. E alla fine, il premio più bello è stato quello di essere chiamati tutti attorno al podio, con un bel “batti un cinque” del consigliere regionale Fidal Alberto Rampa e dei dirigenti del G.S. CSI Morbegno.