CAMPIONATI ITALIANI DI SOCIETA' DI CROSS: Il team del Lanzada della Top Ten

I campionati di società di corsa campestre sono una delle più belle manifestazioni istituzionali della nostra atletica. Non solo per l’elevato numero di partecipanti, ben 2000, non solo per l’elevato livello degli atleti in gara, vi partecipano tutti i migliori della specialità, ma soprattutto perché assieme ai professionisti hanno l’occasione di correre anche gli atleti delle società meno quotate, che comunque hanno conquistato la qualificazione battagliando sui campi gara nelle prove regionali. Partenze affollate come poche se ne vedono nei cross e tanta voglia di correre, non solo per se stessi, ma soprattutto per la propria squadra. Esserci è importante e gareggiare è un’esperienza che resta. Lo è stato, a Rocca di Papa domenica 10 marzo u.s., soprattutto per gli allievi dell’A.S. Lanzada che hanno realizzato il loro sogno. Essere a Roma e correre al fianco dei sodalizi più forti e blasonati della penisola. Ora, tra i migliori d’Italia, ci sono anche loro. L’impresa di arrivare tra le prime 10 squadre non è stata cosa da poco, anzi. Guidati dal loro allenatore Fabiano Nana hanno saputo dare il meglio di sé e con il 10° posto conquistato nel centro equestre di Pratoni del Vivaro a Rocca di Papa (RM) si sono già garantiti la partecipazione per il prossimo anno. Un plauso quindi agli allievi Andrea Della Rodolfa (36°), Nicholas Corlatti (56°), Silvio Bardea (57°) e Christian Dell’Agosto (96°). “I ragazzi sono stati bravissimi – ha raccontato Fabiano Nana – arrivare decimi su un lotto di 70 società e gareggiando con altri 200 concorrenti non è cosa da poco. La trasferta a Roma è sta anche una bellissima iniziativa socio-culturale in quando abbiamo organizzato una spedizione con 27 persone al seguito dei nostri atleti, cogliendo così l’occasione di visitare Roma e sostenere sul campo gara i nostri ragazzi”. Altri i sodalizi valtellinesi presenti ai societari tricolori: nel cross corto maschile di 4 km 27° il G.S. CSI Morbegno Rovagnati Autotorino (41° Marco Leoni, 128° Matteo Franzi, 132° Stefano Sansi), nel cross lungo maschile di 10 km 28° l’ADM Melavì Ponte (82° Luca Sanna, 91° Graziano Zugnoni, 138° Luca Gosatti, 140° Enrico Benedetti, 248° Alessandro Gilardi), nel cross corto femminile di 4 km 39° il G.P. Santi Nuova Olonio (123° Maria Rossini, 163° Paola Fascendini, 164° Loredana Barona, 168° Patrizia Barona). “La gara è stata molto veloce, con parecchio vento e ritmi altissimi fin dall'inizio – ha raccontato il segretario e atleta del G.S. CSI Morbegno Marco Leoni - Siamo rimasti tutti contenti delle nostre prestazioni, a parte Stefano Sansi che si aspettava qualcosa di più, ma probabilmente è incappato in una giornata no e le gambe non gli giravano proprio. Sarà per il prossimo anno”.

A livello di cronaca, gli scudetti 2013 sono andati: nel cross lungo alle Fiamme Gialle (nel maschile) e all’Esercito (nel femminile), nel cross corto all’Esercito (nel maschile) e alla Forestale (nel femminile). Hanno conquistato il titolo di “Club Campione d’Italia di corsa campestre 2013” i due sodalizi lombardi dell’Atletica Riccardi (nel maschile) e della Bracco Atletica (nel femminile).

Nella prova riservata ai cadetti grande gara per Mohammed Yaakoubi del C.O. Piateda Valtellina Gas che, con la rappresentativa lombarda, ha chiuso al 25° posto su 156 concorrenti, contribuendo così alla vittoria della Lombardia nel Criterium nazionale.

Trasferta positiva anche per Alice Gaggi, ottima 13ª a livello individuale, che insieme alle compagne di squadre del Runner Team 99 SBV Valeria Straneo, Valeria Roffino e Micaela Bonessi, ha conquistato il 2° posto nel cross lungo femminile.